Pubblicità
HomeCulturaArteLa tradizione di “Ovo Pinto” in mostra a Civitella

La tradizione di “Ovo Pinto” in mostra a Civitella

[oblo_image id=”1″]Ovo Pinto è l’espressione dialettale dell’uovo dipinto, un’antichissima usanza pasquale, radicata nella società contadina fin dai tempi dell’impero romano e molto popolare tra tutti i cristiani. Nei paesi dell’Europa centrale ed orientale è ancora viva la tradizione di colorare le uova con le foglie di cipolla, con i fiori e con le erbe. Com’è usuale nei giorni della festa di Resurrezione offrire agli ospiti le uova colorate, prima del caffé e dei cioccolatini.

La vecchia abitudine di dipingere le uova, un po’ scordata dagli italiani, ha riacquistato l’antico splendore grazie all’Associazione Culturale “Ovo Pinto” di Civitella del Lago (TR), che si dedica alla promozione di quest’attività remota.
[oblo_image id=”2″]L’Associazione è impegnata nell’organizzazione della Mostra Concorso Nazionale dell’Ovo Pinto, che si ripete, ciclicamente, ogni anno, nel periodo pasquale. Organizzata per la prima volta nel 1982, quest’anno è giunta alla sua XX edizione. Il concorso del 1982 era rivolto solo alle scuole locali, per coinvolgere, in seguito, le scuole degli altri Comuni, Licei Artistici di tutta l’Italia, Accademie Nazionali, nonché Club di pittori ed artisti, diventando col tempo una mostra di prestigio.

[oblo_image id=”3″]Finita la mostra, le uova vengono trasferite al “Museo dell’Ovo Pinto”, unico al mondo e molto singolare, situato in Casa Spaziani, un’accogliente palazzina comprata dalla Comunità di Civitella del Lago e successivamente trasformata in museo. Qui sono esposte migliaia di uova di tutte le specie animali, dipinte, decorate e in rilievo, che hanno partecipato alle varie edizioni del concorso. Per far conoscere ai visitatori le tradizioni e le usanze del territorio di Civitella del Lago, alla mostra dell’”Ovo Pinto” sono associate altre esposizioni, quali:

– Mostra fotografica “Volti di un tempo” a cura di Montoni Enrico
– Mostra “Attrezzi e antichi mestieri” a cura di Trippini Adolfo
– Mostra “Percorsi d’acqua” realizzata dagli alunni dell’Ist. Compr. Baschi – Montecchio
– Esposizione di stampe antiche dal XVI al XIX secolo “Bacco e Baccanali” – La vendemmia e le feste dedicate al vino a cura di Trippini Francesco

Tutte le mostre resteranno aperte fino al 1 maggio 2008.

Maggiori informazioni sul sito: www.ovopinto.it

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments