HomeCulturaArteIl Presepe Vivente torna a Montalbano Elicona

Il Presepe Vivente torna a Montalbano Elicona

Il prossimo 26 e 30 Dicembre ed il 6 Gennaio 2008, come ormai nella tradizione, le pietre antiche del borgo medievale di Montalbano Elicona tornano a vivere nell’atmosfera magica del Natale con la manifestazione del Presepe Vivente. Oltre duecento figuranti fanno rivivere 20 ambienti autenticamente arredati e fanno da corona alla umile grotta, dimora del Bambinello.

Il presepe vivente, giunto alla nona edizione, è ormai entrato nella tradizione religiosa di Montalbano, tradizione che trova la sua conferma nella crescente partecipazione di visitatori che nella passata edizione hanno superato i diecimila.

Il successo della manifestazione si deve al suggestivo luogo dove viene rappresentata la Natività. Un intero borgo antico, dall’urbanistica medievale, che resiste intatta nel tempo, fa da scenario a tutta la raffigurazione. Piccole e umili case, quasi tutte disabitate, dall’architettura semplice e spoglia fatta di pietra e di legno, un giorno abitazioni di pastori, di contadini ed artigiani, oggi sono state adibite per riprodurre uno spaccato di vita della gente vissuta molti secoli fa. Un intrico di strette e tortuose stradine, ripide scalinate, illuminate da ceri e torce, guidano il visitatore verso la grotta della Natività. I miseri e disadorni locali sono stati impiegati a rappresentare l’arte, i mestieri e la vita casalinga del passato. Ogni cosa è stata preparata con rigore storico sia sul piano artistico quanto su quello religioso. I costumi dell’ epoca dei numerosi personaggi sono stati attentamente preparati dalle maestranze del luogo. Il visitatore, attratto dall’ interessante scenografia, ha la possibilità di osservare le tecniche antiche per la preparazione e la filatura delle lane, la tessitura con il telaio, la trasformazione del grano in farina utilizzando il primo mulino a pietra manovrato a mano, la lavorazione del latte, la preparazione di canestri e cestelli, la lavorazione del ferro, del legno, le botteghe piene di cereali, castagne e nocciole. A conclusione del lungo percorso vi è la grotta della natività con la Madonna, Giuseppe ed il bambino Gesù circondati dai re magi.

Anche per quest’ anno i preparativi sono ormai nella fase conclusiva e l’impegno profuso lascia presagire un sicuro successo.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments