HomeCulturaIl bilBolBul celebra il genio fumettistico di Altan

Il bilBolBul celebra il genio fumettistico di Altan

[oblo_image id=”1″]Francesco Tullio Altan, in arte Altan, ha segnato la via della satira per immagini con le sue vignette di Cipputi, oltre ad aver creato il più importante personaggio per bambini degli ultimi trent’anni: Pimpa. Ma a partire dalle pagine di Linus, Altan ha dato vita a una serie di fumetti indimenticabili, cinici e dissacranti. Ora Comma 22 dedica a quella produzione un’intera collana che riprodurrà in maniera organica i fumetti arricchiti da un prezioso apparato critico e storico. Attraverso le sue tavole Altan mette alla berlina i riti e i nomi noti di un’Italia che dimostra di non essere cambiata di una virgola negli ultimi trenta anni, facendoci ridere e riflettere mantenendo la sua straordinaria abilità grafica.

Primo volume della collana in uscita è “Colombo“, racconto del viaggio alla scoperta dell’America e in parallelo l’infanzia e la meschinità di un uomo che si trova a fare la storia senza nemmeno esserne consapevole. Un essere meschino e avido, ma soprattutto esilarante suo malgrado, come tutti i personaggi che costellano questa avventura satirica.

In uscita anche “Cuori Pazzi” (con Friz Melone e uno scritto di Carlos Sampayo). Cuochi svedesi, donne discinte, figli disconosciuti… due feuilleton indiavolati che come al solito fanno ridere a denti stretti, lasciando in bocca tutto l’amaro di un mondo che è una romanzesca parodia della nostra realtà.

Inoltre, in occasione di BilBOlbul, festival internazionale di fumetto che si terrà a Bologna dal 4 all’8 marzo, viene presentato “Due o tre cose che so di lui – Scritti su Altan“, catalogo della mostra “Il mar delle blatte“, allestita presso il Museo della Musica, focalizzata sui romanzi a fumetti, produzione che spesso è stata oscurata dalla più diffusa attività satirica, ma che rivela pienamente la grandezza di un autore di graphic novel ante litteram. Il volume presenta una lunga intervista apparsa in Francia negli anni Novanta e inedita in Italia, interventi nuovi o recuperati dal passato di Stefano Benni, Oreste del Buono, Luca Raffaelli, Marco Belpoliti, Marcelo Ravoni, Georges Wolinsky, Emilio Varrà, Eddy Devolder e Marcello Jori per ripercorrere l’opera apparentemente conosciuta da lettori di ogni estrazione e gusto ma ancora tutta da indagare di uno dei più grandi autori di fumetti italiani di sempre.
La figura e l’opera di Altan, esaminate da ogni punto di vista, trovano in questo volume un fondamentale punto di riferimento.

Mostra di Altan: “Il mar delle blatte”
Museo della musica
Strada Maggiore, 34 – Bologna

incontro con l’autore e inaugurazione: sabato 7 marzo, ore 13,00
Altan firma i suoi libri: domenica 8 marzo, ore 16,00 – Librerie.Coop Ambasciatori

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments