HomeCulturaArteUn tarantino a Pechino. Vecchio di 2500 anni

Un tarantino a Pechino. Vecchio di 2500 anni

[oblo_image id=”1″]Il Beijing World Art Museum ospiterà fino al 30 gennaio 2009 la “Tomba dell’atleta di Taranto”, una rara testimonianza di un atleta presente ai giochi olimpici dell’antica Grecia. Saranno esposti il corredo funerario dell’atleta, tre anfore con sfondo rosso e figure nere ritraenti scene di sport e una copia in resina della tomba originale e dello scheletro. La sua è stata una vittoria olimpica di circa 2500 anni fa e il tutto simboleggia lla grandiosità dell’arte funerea dell’età arcaica tarantina.
Lo scheletro è stato ritrovato nel 1959 e la sovrintendenza ai Beni archeologici e il museo archeologico di Taranto hanno curato il trasferimento dei reperti e l’allestimento a Pechino, realizzando una copia dello scheletro e del sarcofago in tufo. Il corredo è invece composto da tre anfore sulle quali appare ritratto l’atleta in varie discipline olimpioniche, vincitore delle Grandi Panatee, le gare atenesi. La collaborazione tra l’assessorato al Turismo della Regione Puglia, il museo cinese e il Ministero italiano dei beni culturali ha fatto si che i reperti tarantini compaiano accando a quelli di tutto il mondo, nell’esposizione “Games and Athletes in the Ancient World”.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments