Pubblicità
HomeTecnologiaSat Expo: telecomunicazioni ed esplorazione spaziale

Sat Expo: telecomunicazioni ed esplorazione spaziale

Sat Expo Europe, la fiera dedicata alle telecomunicazioni avanzate, all’osservazione della Terra e all’esplorazione dello Spazio, organizzata dalla Promospace di Vicenza si sposta nella capitale d’Italia, presso la Nuova Fiera di Roma dal 27 al 29 marzo 2008.

[oblo_image id=”5″]Aree omogenee, raggruppate in 4 macrocategorie (satellite ed esplorazione spaziale, applicazioni per il territorio, gli enti locali e le istituzioni, telecomunicazioni e broadcast) mostreranno come dal cielo sia possibile creare reti e connettività integrata, linguaggi di comunicazione duttili e flessibili per realizzare la multicanalità, il controllo del territorio, campi integrati per la tutela e la sicurezza dei sistemi.

Tutte opportunità straordinarie di mercato e commerciali, di implementazione di reti e infrastrutture strategiche di comunicazioni indispensabili alle società complesse ed avanzate.

Abbiamo posizionato SAT Expo, uno dei maggiori Expo-Forum a livello europeo sulle Tlc via satellite dice Paolo Dalla Chiara, presidente di SAT Expo in uno tra i più importanti distretti spaziali italiani, sede dell’ESRIN, dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana), delle organizzazioni spaziali, delle maggiori unità produttive del sistema spazio ed oggi del Galileo Test Range. SAT Expo Europe a Roma si presenta come l’unico grande panorama innovativo dei settori delle Tlc avanzate, con i segmenti dell’esplorazione dello spazio, della navigazione e dell’osservazione della terra, declinate nelle loro prospettive applicative per la sicurezza e la difesa, ma anche del broadcasting, con un’attenzione al mercato sempre più in crescita dell’HD, e delle soluzioni avanzate per la P.A., come quelle realizzate nel campo dell’e-Health.

Nell’arco di cinquant’anni prosegue Dalla Chiara da quando il pianeta si emozionava ai lanci dello Sputnik, fino ad oggi, sono state create opportunità sempre più estese di ricerca e business indirizzate a un target in crescente aumento e che coinvolge sia il settore privato che quello pubblico. Un arco di tempo in cui le applicazioni spaziali sono diventate parte integrante della vita quotidiana come dimostrano i sistemi di navigazione. GPS o la produzione televisiva via satellite.

E tutto anche per la capacità e l’intuito di ricercatori ed ingegneri italiani. Il mondo delle Tlc e delle applicazioni e dei servizi dallo spazio conclude Dalla Chiara rimane un settore in continua e inarrestabile trasformazione e il futuro, ormai prossimo, delle missioni marziane, sarà la rampa di lancio di nuove avventure a proseguire un’emozione che non cesserà mai di spegnersi.

[oblo_image id=”6″]A SAT Expo Europe ci sarà anche Medmatic@ (Expo-Forum sulla Sanità Elettronica), che presenterà l’intera filiera italiana della Sanità elettronica, sia sul versante sanitario che dei maggiori player di mercato, mentre 3 workshop ECM e Convegni sul “Trasferimento delle ricerche spaziali alla sanità” e sui “Progetti di Telemedicina dell’area mediterranea” offriranno occasioni per verificare lo stato delle applicazioni e valutare le forme di cooperazione sanitaria e tecnologica in un’area in cui l’Italia sta svolgendo il ruolo di paese guida.

L’apporto offerto dalle soluzioni digitali e di Tlc al sistema sanitario (trasferimento dati e bioimmagini, controllo a distanza delle funzioni vitali, robotica, assistenza domiciliare, telecontrollo, rete ospedaliera) promette la delocalizzazione del presidio sanitario, la sua decogenstione, garanzia e tutela dei diritti del paziente soprattutto nelle zone remote e disagiate, capacità di intervento tempestivo in situazioni di emergenza sanitaria, anche a sostegno degli interventi della Protezione Civile nei casi di calamità e catastrofi naturali.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments