Questi sono I Nomadi e io sono Beppe Carletti

0
200
Beppe Carletti, cofondatore del gruppo musicale Nomadi, alla presentazione del libro "Andarsene sognando-l'emigrazione nella canzone italiana", presso la libreria Ambasciatori di Bologna, 2 maggio 2016.ANSA/GIORGIO BENVENUTI

Continua a gonfie vele la promozione del libro : Questi sono I Nomadi e io sono Beppe Carletti,  scritto dallo stesso Beppe insieme all’amico Marco Rettani (edizioni – MONDADORI).
Il racconto autobiografico, ormai in libreria da qualche mese, continua ad incontrare  l’incondizionato favore del pubblico, che nonostante la legge di un mercato – quello del libro – sempre in costante difficoltà, non fa venir meno l’affetto a Beppe Carletti e alla sua storia di “musica e parole”, lunga ormai 55 anni alla guida del gruppo più longevo d’Italia : I NOMADI.

Nel suo viaggio di rientro a Novellara, una volta sceso dal palco del suo cinque millesimo concerto, Beppe racconta a se stesso e al fratello di una vita trascorsa insieme : Augusto Daolio (Ago… prematuramente scomparso nell’ottobre del 1992), la favola di una storia senza fine tra canzoni, viaggi, incontri, aneddoti, teatri , stadi , piazze e amore per la musica. Un racconto delicato e cortese che attraversa le pagine della nostra storia : dal boom economico degli anni sessanta, passando attraverso il sogno di benessere degli anni ‘80 e ‘90, fino ai venti di crisi di un’ Italia contemporanea  in cerca di nuove identità per affrontare il futuro . Nel correre narrativo delle  pagine di questo libro, sembra di stare nella stessa auto seduti al fianco di Beppe Carletti (e dei suoi Nomadi) ad intercettare i pensieri e le parole che i due amici di sempre , Ago e Beppe, si scambiano  tra la realtà è il sogno.

Per questo e per mille altri motivi continueremo a promuovere la conoscenza di un libro, che già nell’intenzione dell’editore (grazie anche alle ottime performance di vendita ) potrebbe avere un seguito, in un prossimo futuro, per raccontare un altra tappa dell’infinito viaggio nel tempo di Beppe Carletti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui