HomeCulturaMonza e Brianza, un '08 all'insegna della Poesia

Monza e Brianza, un ’08 all’insegna della Poesia

[oblo_image id=”1″]Da gennaio a maggio, cinque mesi di poesia: nella nuova provincia di Monza e Brianza, il calendario 2008 degli eventi culturali si apre con la seconda edizione di PoesiaPresente, la rassegna di poesia italiana contemporanea inaugurata lo scorso anno con uno straordinario successo di pubblico.

Organizzata dall’Associazione Culturale Mille Gru, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Monza e con il patrocinio della Provincia di Milano e del Progetto Monza e Brianza, il senso dell’iniziativa è racchiuso in un’immagine insolita: un traliccio dell’alta tensione. “PoesiaPresente è un’azione culturale di rete, che vuole trasmettere nella vita quotidiana delle persone l’energia ad alta tensione della poesia contemporanea”, spiega Dome Bulfaro, poeta e direttore artistico del progetto. “Traliccio dopo traliccio, l’Associazione Culturale Mille Gru sta cercando, con tutta la cura possibile, di disegnare un profilo poetico della nuova provincia di Monza e Brianza. Per questa ragione, PoesiaPresente non è strutturata come un festival, agglomerato per spazi e tempi, ma si distribuisce come i cavi di una stagione teatrale, con un voltaggio misurato e continuo, nel tentativo di alimentare, per l’intero arco dell’anno, il fuoco della Poesia”.

[oblo_image id=”5″]Rispetto alla passata edizione, interamente ospitata dal Teatro Binario 7 di Monza, la mappa della rassegna si allarga quest’anno ad altri sette comuni del territorio: da Ornago a Villasanta, da Limbiate a Cesano Maderno, da Lissone a Vimercate, fino a Mezzago. Anche il programma si intensifica: pur mantenendo al centro della ricerca le problematiche del fare, dire e ascoltare poesia attraverso serate a ingresso gratuito con i poeti italiani che più stanno incidendo sulla cultura contemporanea, PoesiaPresente 2008 si arricchisce di percorsi didattici diurni nelle scuole, dalle elementari all’università, finalizzati alla proposta di metodi e teorie per una Didattica della Poesia Contemporanea.

[oblo_image id=”7″]Quattro le sezioni tematiche che scandiscono gli appuntamenti. Il primo ciclo, La Poesia nella Voce, indaga gli aspetti più strettamente performativi dell’arte poetica, in tre serate con la partecipazione di Ida Travi, Giovanni Raboni (attraverso Patrizia Valduga) e Lello Voce, accompagnati da giovani poeti brianzoli nati negli anni Settanta. Completano il ciclo due Poetry Slam (locale il primo, nazionale il secondo), vere e proprie gare in cui, sul modello dell’hip hop, diversi poeti competono tra loro leggendo sul palco i propri versi, per poi essere valutati da una giuria di cinque persone sorteggiate tra il pubblico e dirette da un EmCee (Master of Cerimony).

Nel secondo ciclo, La Poesia degli Eretici, Gianni D’Elia, Davide Rondoni e Milo De Angelis, tra i maggiori poeti italiani contemporanei, rifletteranno sull’eredità lasciata alla scrittura poetica da Lucrezio, Pasolini e Testori, alfieri di un “pensiero eretico” tuttora in grado di mettere in crisi le false ideologie. Il 20 marzo, vigilia della Giornata Mondiale della Poesia, si aprirà La Lingua del Poeta, serie di cinque appuntamenti dedicati al linguaggio dei poeti nati dopo il 1970, all’utilizzo in poesia dell’immaginario e delle parole dell’infanzia e alla capacità di una lingua di raccontare il proprio luogo d’origine, con gli interventi di Vivian Lamarque e Franco Loi. Chiuderà la rassegna il ciclo Poesie in Concerto, sulla poesia intesa come “canto”.

Informazioni e programma dettagliato: www.poesiapresente.it

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments