HomeSpettacoloCinemaIl territorio al centro del Suessola Film Festival

Il territorio al centro del Suessola Film Festival

[oblo_image id=”1″]Per il territorio campano non c’era momento più urgente di quello attuale, per raccontarsi attraverso le immagini cinematografiche. Nell’era dell’emergenza rifiuti e delle rivolte da parte degli extracomunitari, a pochi mesi dall’esplosione del fenomeno Gomorra (lanciato, per altro, proprio da un libro diventato poi pellicola) il Suessola Film Festival non poteva non dedicare l’intera manifestazione, giunta alla V edizione, a film che riflettono sul rapporto controverso con la località.

Avvalendosi della collaborazione di alcune associazioni culturali (Arcinexus, Architempo, Macchina da presa, Athena, Effetto vertigo, e Casertamusica), tre saranno le città che ospiteranno l’evento: Caserta, Capua e Casagiove.

Il tutto avrà inizio il prossimo giovedì 26 novembre, con i seguenti cortometraggi in concorso: L’oro rosso di Cesare Fragnelli, La ritirata di Elisabetta Bernardini, El misterio del pez di Giovanni Maccelli, Il Tempo dissolto di Gianluca Zenone e Gli occhi di Cristo di Luigi Barbieri.

Sono tutti lavori che mettono in evidenza non solo il legame con il territorio ma anche quella inter-territorialità, o meglio quello scambio interculturale, che gli organizzatori dell’evento annoverano tra gli obiettivi del Festival.

Il territorio è un luogo privilegiato per sedimentare tradizioni e opportunità di incontro ma che ha visto, proprio in Campania, anche esasperarsi la conflittualità sociale e culturale. Diventa quindi uno spazio ideale per esprimere i dissidi di chi ama la terra natia ma soffre per l’invivibilità provocata dalle recenti vicende di inquinamento e di criminalità.

Quale migliore occasione per dare allora voce anche ai lavori non-fiction, con la nuova sezione fuori concorso “Cinema e Territorio DOC”, che ospiterà il documentario di Barbara Rossi Prudente, dal titolo La bambina deve prendere aria. Si tratta un film che affronta il tema della difficile presenza e “sopravvivenza” nella terra amata, dopo la devastante questione dei rifiuti…tutt’altro che risolta.

All’edizione 2008 non manca la componente educativa, che cerca anzi di sottolineare quel vincolo, da saldare ancor più vivamente, tra la trasformazione del paesaggio socio-ambientale e la necessità di rappresentarlo mediante il linguaggio audiovisivo.
Il cinema diventa così un mezzo privilegiato per dare ai nuovi giovani autori, che sono i protagonisti della manifestazione, una sorta di spazio dell’incontro, in cui misurare le proprie capacità ma soprattutto per riprogettare quel prezioso legame con il territorio e le sue risorse.

In programma, infatti, sono il workshop “Organizzare il mercato audiovisivo locale attraverso reti organizzative e rapporti di partenariato tra operatori culturali” e la conferenza, a cura di Mimmo Nespolino, “Cinema e Territori Talk”: un anno di cinema a Caserta e le nuove realtà culturali e produttive del territori.

A conclusione del Festival, vi sarà, con la direzione artistica della scrittrice Carola Flauto, una Serata di Gala, intitolata “Cinema, Letteratura e Territori”, durante la quale saranno premiati i vincitori.

Ecco il programma del Suessola Film Festival 2008:

Mercoledì 26 novembre
Cine Club Vittoria – Casagiove
In collaborazione con Macchina da Presa e Arcinexus
“Cinema e Territori DOC”

Ore 20.30
La bambina deve prendere aria
di Barbara Rossi Prudente
Documentario sull’emergenza rifiuti e del disagio della gente comune.

Giovedì 27 novembre
Cine Club Vittoria – Casagiove
Progetto Rete Cinematografica Casertana

Ore 19.00
Workshop “Organizzare il mercato audiovisivo locale attraverso reti organizzative e rapporti di partenariato tra operatori culturali”.
Partecipano associazioni culturali e operatori di mercato
Partecipazione su prenotazione.

Venerdì 28 novembre
Officina Teatro – S. Leucio/Caserta –
In collaborazione con Mutamenti e Macchina da presa

Ore 18.00
Arcinexus presenta “Cinema e Territori Talk: un anno di cinema a Caserta e le nuove realtà culturali e produttive del territorio”.
A cura di Mimmo Nespolino

Ore 20.00
Proiezione corti finalisti 2008

Domenica 30 novembre
Palazzo Lanza/Libreria Guida/Ex Libris – Capua

Ore 20.30
In collaborazione con Architempo
Serata di Gala “Cinema, Letteratura e Territori”
Premiazioni e letture.
Direzione artistica di Carola Flauto

Ore 22.00
Raccontango, festa per salutare tutti gli amici del festival.
In collaborazione con Casertango e Architempo

Lunedì 1 dicembre
Cinclub Vittoria – Casagiove

Ore 10.30
Cinescula 2008” – Meeting sui linguaggi audiovisivi

Per ulteriori informazioni: sito del Suessola Film Festival

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments