Pubblicità
HomeSpettacoloRonconi al Piccolo, con il capolavoro di Shakespeare

Ronconi al Piccolo, con il capolavoro di Shakespeare

[oblo_image id=”1″]Sogno di una notte di mezza estate, Shakespeare nella rivisitazione di Luca Ronconi. Si tratta dello spettacolo di punta di questa stagione del Piccolo di Milano. Pièce che sarà in scena a più riprese e che fino ad oggi ha fatto il pienone di pubblico.

Spiega Ronconi direttore artistico del teatro: “In Sogno di una notte di mezza estate, non c’è spazio per sospiri o languori, si tratta sostanzialmente di una commedia di scambi: tra sogno e veglia, tra persone e nell’intimo delle persone stesse. Ci sono tempi e piani che si sovrappongono e incoerenze temporali: c’è un tempo per il mito, un tempo per il presente, il piano della realtà e quello dell’irrealtà e in teatro tutto ciò è possibile perché passato e presente, realtà e irrealtà possono coincidere. Le possibilità della sintassi teatrale sono estremamente libere”.

La commedia più famosa del drammaturgo inglese racconta infatti della potenza del sogno e dell’amore.

[oblo_image id=”2″]Siamo ad Atene, i personaggi che si muovono sulla scena sono: Teseo duca di Atene, la sua promessa sposa Ippolita, Ermia figlia di Egeo innamorata di Lisandro, Demetrio promesso di Ermia e Elena amica di Ermia e innamorata respinta di Demetrio, Titania e Oberon signori delle fate che giocano con il destino degli altri protagonisti. La gran parte della storia si svolge nella foresta dove Ermia si nasconde con Lisandro e dove vivono i signori delle fate e l’elfo Puck che prepara un filtro d’amore per Titania, ma che colpisce anche Lisandro. Quest’ultimo si imbatte in Elena e se ne innamoravittima dell’artificio, lasciando di stucco la fidanzata Ermia. L’intervento di Oberon è definitivo e risolve la situazione oramai troppo ingarbugliata: Demetrio si innamora finalmente di Elena, Lisandro ritrova Ermia nel suo cuore e Teseo acconsente alle nozze delle due coppie. La frase finale è di Puck che davanti al pubblico esclama che la storia forse potrebbe essere stata solo il frutto di un sogno.

LA LOCANDINA
Sogno di una notte di mezza estate
di William Shakespeare
traduzione Agostino Lombardo e Nadia Fusini
regia Luca Ronconi
scene Margherita Palli, costumi Antonio Marras, luci AJ Weissbard, musiche a cura di Paolo Terni

personaggi interpreti
Oberon/Teseo Raffaele Esposito
Titania/Ippolita Elena Ghiaurov
Egeo Sergio Leone
Ermia Silvia Pernarella
Lisandro Francesco Colella
Demetrio Pierluigi Corallo
Elena Melania Giglio
Puck Riccardo Bini
Fata Francesca Ciocchetti
Quince Giovanni Crippa
Bottom Fausto Russo Alesi
Tisbe Giovanni Ludeno
Muro Gianluigi Fogacci
Leone Alessandro Genovesi
Luna Marco Grossi
Fate Clio Cipolletta,
Gabriele Falsetta,
Andrea Germani
Andrea Luini,
Stella Piccioni
e con Jacopo Crivella,
Mario Fedeli
Antonio Gargiulo,
Sandro Pivotti

Produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

Foto di scena Marcello Norberth
Lo spettacolo sarà in scena al Piccolo Teatro Strehler (largo Greppi – M2 Lanza)
fino fino al 23 novembre 2008,
dal 9 al 23 gennaio 2009.

Orari: martedì e sabato ore 19.30; mercoledì, giovedì e venerdì ore 20.00; domenica ore 16.

Lunedì riposo.
Lunedì 17 e giovedì 20 novembre 2008, mercoledì 14 gennaio, ore 15.
Durata: 3 ore e ’20 compreso intervallo
Prezzi: platea 32 euro, balconata 25,50 euro
ridotto giovani e anziani platea 20 euro, balconata 17 euro

prezzi speciali su www.piccolocard.it

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments