HomeSpettacoloCinemaIl papà di Giovanna. Amore incondizionato di un padre

Il papà di Giovanna. Amore incondizionato di un padre

[oblo_image id=”1″]Siamo nella Bologna degli anni 40 e Michele Casali, stimato professore di Arte del liceo Galvani, si trova a dover affrontare una drammatica situazione: Giovanna, la sua figlia diciasettene, ha ucciso la sua compagna di banco e migliore amica Marcella.
L’avvenimento suscita stupore e incredulità nel padre della giovane che in tutti i modi cerca di giustificare il barbaro atto della figlia.

Il processo si conclude con la dichiarazione della infermità mentale di Giovanna, che viene rinchiusa in un ospedale psichiatrico fino all’età di 24 anni. Per tutto questo tempo chi si occupa di lei è Michele, che per starle più vicino lascia Bologna e si trasferisce a Reggio Emilia dove si trova la figlia, con cui ha sin da piccola instaurato un rapporto dolcemente simbiotico.

Michele per rassicurarla dalle sue fragilità e pensando di trasmetterle le energie sufficienti per affrontare il mondo, l’ha convinta che avrebbe dovuto e potuto pretendere sempre tutto da tutti. Questo legame così forte e così esclusivo mina anno dopo anno il già fragile rapporto con la moglie Delia (interpretata dalla algida Francesca Neri), donna molto bella e molto concreta, talmente esclusa dal mondo vissuto solo da padre e figlia da risultare disinteressata ai contorni drammatici che ha ormai preso la loro vita familiare.

La donna infatti non lascia Bologna e gli anni della guerra separano ancora di più Delia da Michele e Giovanna, tanto che, quando la ragazza viene dimessa dall’ospedale e i due tornano nella loro vecchia casa, nessuno sa niente di lei, fermamente decisa a rinnegare con una disperazione solo interiore la sua famiglia.

Premiato con la Coppa Volpi, Silvio Orlando si dimostra un meraviglioso padre che dedica la sua vita alla problematica Giovanna, interpretata dall bravissima Alba Caterina Rohrwacher.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments