Pubblicità
HomeSpettacoloFeltrinelli, una storia contro: Mauro Monni all'Elicantropo

Feltrinelli, una storia contro: Mauro Monni all’Elicantropo

[oblo_image id=”1″]Un ironico ed amaro percorso per poter riscoprire la vita e, soprattutto, la reviviscenza dello spirito di Giangiacomo Feltrinelli ad opera di Mauro Monni, autore, regista ed interprete di Feltrinelli, una storia contro, spettacolo prodotto da Sine Qua Non di Firenze e che debutterà giovedì 6 marzo 2008 alle ore 21.00 (in replica fino a domenica 9) al Teatro Elicantropo di Napoli.

Il monologo, coadiuvato dalle musiche composte e suonate dal vivo da Francesco Renzoni, dal disegno luci di Luigi Nebbiai, attraversa la storia italiana dal dopoguerra ai primianni ’70, vista attraverso gli occhi e l’impegno politico diGiangiacomo Feltrinelli, fondatore dell’omonima casa editrice.

Sarà possibile scoprire com’è nato un capolavoro come il Dottor Zivago e come siastata avventurosa la sua pubblicazione; come Giangiacomo si sia avvicinatoalla realtà cubana quasi per caso, arrivando poi ad esserne coinvoltoa tal punto da decidere di tentare la rivoluzione anche in Italia.O ancora, rivivere gli anni bui delle stragi di stato e degli anni dipiombo fino al tragico epilogo di Piazza Fontana, alla conseguenteclandestinità di Feltrinelli, accusato ingiustamente di esserne statol’esecutore materiale, e alla sua, ancor oggi, misteriosa morte.

Il sipario si apre su di un temporale notturno. Uno scroscio d’acqua che aiuta ad immergersi dentro un ambiente crudo, essenziale. Voci, grida di disappunto, un’esplosione, il corpo di un uomo steso sulla schiena con le braccia aperte. Un uomo quasi crocifisso ai piedi di un traliccio dell’alta tensione, morto.

Alla polizia basta pochissimo per scoprire che sotto quel traliccio dell’Enel ha trovato la morte Giangiacomo Feltrinelli: miliardario, fondatore della casa editrice che porta il suo nome e che si rivela da subito una delle più importanti e culturalmente attive nel panorama italiano.

Ma Feltrinelli non è soltanto un editore. E’ anche “Osvaldo”, attivista e fondatore dei GAP (Gruppi d’Azione Partigiana), una formazione clandestina impegnata in azioni di sabotaggio e propaganda. E’ per questo, per un’azione di sabotaggio, che Osvaldo si trova nell’erba ai piedi di quel traliccio. Da anni il nome di Feltrinelli è presente nelle liste dei ricercati dai servizi segreti di mezzo mondo: che sia caduto in una trappola, ucciso e messo in mezzo, pedina involontaria della strategia della tensione?

Qualunque sia la risposta, c’è un mistero che comunque sarà difficile chiarire. E’ il suo mistero privato, di quel fuoco che gli brucia nel petto. Giangiacomo Feltrinelli, vero rivoluzionario, borghese inquieto, paranoico ossessionato dai golpe reazionari. Un ingenuo, generoso e pazzo, che non poteva accettare la sua nascita e la vita da privilegiato, a meno che non fosse dedicata a coloro che non avevano avuto la sua fortuna.

Feltrinelli, una storia contro, di Mauro Monni
Napoli, Teatro Elicantropo – dal 6 al 9 marzo 2008
Info e prenotazioni al numero 081296640 email teatroelicantropo@iol.it
Inizio delle rappresentazioni ore 21.00 (dal giovedì al sabato) e ore 18.30 (domenica)

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments