Totti: 200 gol con la stessa maglia

0
52

[oblo_image id=”1″]Scorrendo le immagini di repertorio che albergano nella memoria di chi del calcio ama le gesta, possiamo soffermarci al 4 settembre del 1994: un ragazzino non proprio snello ed agile ma dal piede fatato e dalle intuizioni rapide ed imprevedibili, lanciato dal vecchio saggio dei campi verdi, Carlo Mazzone, siglava il primo goal in serie A della sua carriera. Inizi promettenti, ma niente di definito e definibile. Difatti, come cantava De Gregori in un romantico brano sul calcio, di calciatori tristi che velocemente sono tramontati se ne possono incontrare ovunque, anche nei bar, a rimirare i chiodi a cui hanno appeso i loro scarpini.

Non è stato il caso di Francesco Totti che, dopo quasi 14 anni, il 16 gennaio ha realizzato il 200° goal. Di per sé non sarebbe un record assoluto se non fosse perché Totti non ha mai cambiato squadra; un bel traguardo in giallorosso che lo leva sull’olimpo dei grandi giocatori come Meazza, le cui meraviglie a tanti sono arrivate attraverso i racconti entusiasti dei nonni.

In giorni cupi invasi da scandali ed immondizia di ogni genere, riscalda il cuore pensare a questo atleta, irrimediabilmente innamorato e aggrappato alle proprie origini, inseparabile dalla sua Roma in cui è nato e cresciuto come persona e come calciatore.
Allora auguri Francesco, ma auguri anche allo sport, perché possa trovare un campione che riuscirà a sostituirti degnamente, quando deciderai che sarà l’ora di piantare quel fatidico chiodo al muro.