Pubblicità
HomeSenza categoriaSe il più bravo fa autogol all'ultimo secondo...

Se il più bravo fa autogol all’ultimo secondo…

[oblo_image id=”1″] Si sa che spesso lo sport si diverte ad essere crudele. Stavolta però con il nostro Adriano Foglia ha davvero esagerato. Semifinale dei mondiali di futsal – il “nostro” calcio a 5 – tra Italia e Spagna. Ad una manciata di secondi dal termine del secondo tempo supplementare il risultato è ancora inchiodato sul 2-2. Tutto lascia pensare ad un epilogo ai rigori quando un banale errore in fase d’impostazione lancia il contropiede degli iberici. Nel tentativo di sventare la minaccia Foglia anticipa il proprio portiere e il pallone carambola sul palo. Il pericolo sembra scampato vedendo la sfera rotolare lentamente verso centrocampo. Ma la tensione del momento impedisce di gestire la situazione con lucidità. Il nostro numero 10 correndo all’indietro frana sulla porta e con un intervento maldestro propizia l’incredibile autogol. Il cronometro segna zero secondi, ma dopo interminabili discussioni e roventi polemiche gli arbitri convalidano la rete sostenendo che il tocco fatale sia arrivato pochi centesimi prima dello scadere. A rendere tutto ancora più surreale è la constatazione che lo sfortunato protagonista della serata sia stato il nostro giocatore più rappresentativo e dotato di una tecnica sopraffina. Anche nella semifinale con la Spagna, Adriano Foglia aveva mostrato il meglio del proprio repertorio firmando il momentaneo pareggio con una prodezza da fuoriclasse. Tuttavia, il rocambolesco finale cancella la pellicola della gara e la faccia sconsolata del fantasista accasciato a terra è l’immagine che rimarrà dell’avventura azzurra nella rassegna iridata brasiliana. Più abbattuto di un rigorista tradito dall’emozione dal dischetto, più imbarazzato di un portiere dopo una papera clamorosa. Eppure, a guardare e riguardare il filmato si rimane sempre più convinti che la dinamica dell’azione sia così subdola da assolvere il nostro giocatore. Come se il destino si fosse divertito ad irridere un campione. In fondo, nulla può essere cinico e beffardo come lo sport creando situazioni che in un altro contesto farebbero sorridere. Invece, all’Italia e a Foglia rimarrà il rimpianto di ciò che poteva essere e non è stato. Ora però bisogna tenere la testa alta. Dopo aver giocato alla pari con i campioni del mondo in carica, l’orgoglio può essere sopraffatto da uno scherzo del fato.

Per il video della semifinale con la Spagna con il tragicomico finale:

http://www.fifa.com/newscentre/videos/player.html#ch=futsal08&id=916250

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments