HomeSenza categoriaPerdere il Pallone d'Oro per uno sputo: Leo Messi

Perdere il Pallone d’Oro per uno sputo: Leo Messi

[oblo_image id=”1″]Messi come Totti. Stavolta però gli amanti del bel calcio non devono pregustarsi un confronto a suon di dribbling e punizioni pennellate. I due assi del pallone sono ora accomunati da un primato ben più triste. Se lo sputo di Totti ai danni di Poulsen è ormai celeberrimo, il fuoriclasse del Barcellona non è stato da meno. Il quotidiano Marca lo ha pizzicato in un eloquente fotogramma mentre “colpisce” a distanza il difensore del Malaga Duda. Un gesto ovviamente deprecabile che rischia seriamente di screditare la candidatura della pulce per il prossimo Pallone d’Oro. Una caduta di stile ancora più soprendente per un ragazzo che finora aveva convissuto con l’etichetta di erede designato di Maradona senza farsi travolgere dalla pressione. Prima del fattaccio occorso nell’anticipo della Liga, Messi era stato sempre un esempio di correttezza: mai una parola oltre le righe davanti ai microfoni, mai una reazione scomposta in campo verso i difensori che ne maltrattavano caviglie e ginocchia. Così specchiale ed esaltante con la sfera tra i piedi da meritarsi la stima anche dei tifosi delle squadre avversarie. Ora però spunta lo scatto contropromettente di Marca che getta un’ombra sull’immagine dell’argentino. Lo stesso tecnico dei blaugrana, Joseph Guardiola, ne ha preso le distanze sottolineando come certi gesti dovrebbero essere banditi dal terreno di gioco. Quasi scontate arriveranno le giornate di squalifica e il pentimento con tanto di scuse ufficiali al malcapitato Duda. Ma qualcosa rischia di incrinarsi con possibili ripercussioni anche sui contratti commerciali. Senza voler criminalizzare nessuno, ci sentiamo quasi traditi. Ci eravamo illusi di aver trovato il giocatore perfetto e invece dobbiamo nuovamente ammettere come anche i campioni più eccelsi possono scivolare miseramente. Ora tocca a lui far dimenticare il momento di blackout dimostrando di aver imparato la lezione. Nell’attesa, vale la pena di rigustarsi una delle sue perle: quella che più ricorda le meraviglie del Pibe de Oro. In fondo il calcio rimane soprattutto un’emozione e Messi ne ha regalate tante..

http://video.google.it/videosearch?q=messi&hl=it&emb=0&aq=f#

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments