HomeSpettacoloMusicaL’eco-tour dei Radiohead saluta lo stivale

L’eco-tour dei Radiohead saluta lo stivale

Con le date del 17 e 18 giugno si conclude l’esperienza italiana dei Radiohead, la band di Oxford che è approdata a Milano per le uniche date italiane del loro tour In Rainbow

Chi ha avuto la fortuna di poter partecipare all’evento (i biglietti erano sold out già da febbraio) ha potuto godere non solo della splendida musica innovativa e sperimentale che solo i Radiohead sanno trasmettere, ma anche di un evento che ha posto al centro della manifestazione il messaggio del risparmio energetico, proponendo un autentico comportamento corretto ai fans che si accingevano a partire per Milano.

[oblo_image id=”2″]La band infatti oltre a distribuire un cd dell’ ultimo album In Rainbow via internet invece che stampare su cd plastica e carta, ha lavorato insieme all’associazione Best Foot Forward per il calcolo e la riduzione dell’impronta ecologica dei propri tour. In particolare, ha studiato due tipologie diverse di tour fatti nel nord America (nel 2003 e 2006), uno compiuto in grandi eventi in grandi spazi fuori città, uno invece in piccoli luoghi delle città . Ne è scaturito che la seconda tipologia di concerto risultava ovviamente più conveniente per l’ambiente, Da qui la scelta dell’Arena Civica al parco Sempione di Milano designato come luogo per il concerto, visto che trovandosi al centro della città risultava particolarmente facile da raggiungere coi mezzi. La parte più consistente delle emissioni prodotte da un tour deriva infatti dai viaggi che fanno i fans per raggiungere il concerto. Parliamo del 97% per la prima tipologia di tour (grandi spazi fuori città), e del 86% per la seconda (teatri e palazzetti in città). Il monito del gruppo verso i propri fans è quello di viaggiare in treno piuttosto che in macchina e di godere della cucina locale piuttosto che dei fast food. E i primi a dare l’esempio sono stati proprio Thom Yorke e compagni che hanno scelto di usare treni invece di camion per trasportare l’attrezzatura, oppure navi per viaggi internazionali. Si possono scegliere infatti treni e aerei di linea invece che charter speciali per risparmiare in carburanti.

[oblo_image id=”3″]La campagna di sensibilizzazione sulle tematiche ambientaliste, e di impegno concreto per la tutela dell’ambiente, caratterizzerà anche le altre tappe del tour della band. Per i concerti parigini dell’ 8 e del 9 luglio, ad esempio, gli artisti hanno organizzato un concorso a premi destinato ai giornalisti che vogliano assistere al concerto. Solo i primi 50 rappresentanti della categoria che si presenteranno rigorosamente in bici avranno la possibilità di prendere parte all’esibizione. Gli altri, invece, rimarranno a bocca asciutta.

Quello dei Radiohead a Milano è stato un autentico spettacolo, una sequenza di emozioni di quasi due ore tratte soprattutto dall’album In Rainbow a dir poco da brivido. A partire al falsetto di Yorke con Reckoner, che arriva dritto al cuore, sino alle percussioni di The national anthem e Idioteque dall’album Kid-a in un percorso che ha rivissuto tutte le tappe della band per concludersi col rock urlante e commovente di Paranoid Android.

[oblo_image id=”4″]Azzeccatissime le parole dei Liars, il gruppo che ha supportato i Radiohead nella prima parte del loro tour negli USA : “In un mondo pieno di paura e costretto a confrontarsi con la menzogna è un sollievo così grande aver incontrato i Radiohead. Sono portatori di verità, bellezza e responsabilità morale verso il pianeta…Ci hanno insegnato su quali funzioni abbia una band, non solo musicalmente ma anche eticamente.”

Il rapporto del calcolo di impatto ambientale del tour è pubblico e lo trovate a questo link
Per le prossime date del tour: www.radiohead.com/tourdates

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments