HomeCulturaLa Puglia, in libro, si scopre bella e misteriosa

La Puglia, in libro, si scopre bella e misteriosa

Antonella Lattanzi ha presentato, venerdì 11, i suoi Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità della Puglia e Leggende e racconti popolari della Puglia con slideshow di fotografie sulla Puglia dello scrittore, giornalista e fotografo Michele Traversa.

[oblo_image id=”1″]Che cosa c’è in una guida insolita della Puglia? Al di là delle tradizioni, dei miti, delle storie, dei luoghi che si raccontano da sempre a proposito di questo rettangolo di terra, il volume svela una serie di aspetti forse mai conosciuti del “tacco” dello stivale. Una Puglia diversa, avvincente, incantevole, ma anche la terra che ha dato i natali a personaggi come Mennea o come il mitico Rodolfo Valentino. Così, seguendo l’autrice nei suoi itinerari pugliesi, andremo a scoprire lo Scoglio delle due sorelle, a Melendugno, e ascolteremo la leggenda di un magico cervo a Francavilla Fontana; ci imbatteremo in uno dei pochi Alberi della Libertà sopravvissuti all’ira restauratrice dei giansenisti e andremo ad immergerci nei segreti sconosciuti di Castel del Monte, diadema delle Murge pugliesi, sorta di cattedrale nel deserto; scopriremo le orme dei Templari e l’origine più segreta dei trulli, antiche dimore di origine cabalistico-esoterico. Ma non è finita: anche la grande Storia racconta vicende meravigliose e terribili nei territori della Puglia. Come la battaglia di Canne, leggendario, sanguinosissimo conflitto svoltosi proprio in questa regione tra Cartaginesi e Romani. Fu in Puglia, inoltre, che si svolse l’epica Disfida di Barletta, cantata dai poeti, ed è sulle coste di Barletta che fu rinvenuto il gigantesco Colosso, misteriosa statua sulla cui storia si sono intessute, nei secoli, moltissime leggende. Una Puglia insolita, raccontata con cura in questo libro, che ci promette un viaggio dei più straordinari e affascinanti in una terra che magari abbiamo sempre pensato di conoscere ma che si mostra, qui, policroma e caleidoscopica come mai avremmo osato immaginare.

[oblo_image id=”2″]Affascinante quanto il primo testo anche Leggende e Racconti popolari della Puglia. È vero che Federico II, il puer Apuliae, era un Templare? E se questo è vero, Castel Del Monte era, come dicono, la Magna Sede dei Templari? È vero che San Michele Arcangelo, lo Sterminatore Celeste protettore del Gargano, è la nemesi del demoniaco Calcante, il quale aveva il suo oracolo proprio all’interno della stessa grotta di Castel S.Angelo ora dedicata a San Michele? È vero che la Guglia Orsini è stata costruita in una sola notte, e per di più dal diavolo? È vero, inoltre, che, nella Chiesa dei diavoli di Marina Serra di Trifase, una strega, tale Bianca, stipulò un sanguinario patto col maligno e che, dalle viscere della Chiesa Nuova, si sentono ancora oggi provenire urla terrificanti perché quello è un luogo maledetto? È sempre possibile razionalizzare l’irrazionalizzabile, sfatare il mito, la leggenda, il racconto. Tramortire, mai assassinare, l’alone magico che gravita intorno alla mitologia. Tutto è possibile e, allora, la verità potrebbe essere quella delle leggende. E cioè che siano stati gli dèi a creare il mondo, che diavoli e angeli affollino ancora le immensità degli spazi aperti, che le fate esistano. Che il popolo, per secoli, non abbia inventato, ma solo testimoniato. È, questa, la sola eredità dei nostri avi, l’eredità del pensiero, della storia della gente. In questo libro l’autrice ha mescolato il vero al falso, collocando le leggende all’interno della Storia, per sperimentare un’esperienza totale, nella quale il mito trovi ubicazione in mezzo a date e personaggi veri. Sono storie quelle che ci racconta. Sono leggende non perché non sono accadute. Si chiamano leggende solo perché non si sa se siano accadute o meno.

Tra i grandi scrittori ospiti della manifestazione (sito: www.libropossibile.com): Dario Vergassola, Serena Dandini, Nicola Pignataro, Tiziana Schiavarelli,Curzio Maltese, Alessandro Langiu, Michele Cagnazzo, don Luigi Merola, Ferdinando Boero, Piergiorgio Odifreddi, Paolo Di Stefano, Giorgio De Rienzo, Filippo La Porta, Vincino, Miguel Angel Martin, Renata Pisu, Bijan Zarmandili, Bjorn Larsson, Paolo Giordano, Francesco Gungui, Vanni Santoni, Gianluca Morozzi, D’Amicis, Argentina, Gaetano Cappelli, Angelo Roma, Federico Pirro, Enzo Quarto, Raffaele Gorgoni, Andrea Pamparana, Pietrangelo Buttafuoco, Lisa Corva.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments