HomeSpettacoloMusicaFrankie Knuckles morto the Godfather of House Music

Frankie Knuckles morto the Godfather of House Music

Frankie Knuckles morto a 59 anni

Frankie Knuckles morto a 59 anni
Frankie Knuckles morto a 59 anni

Il soprannome “The Godfather of House Music” non gli era stato dato a caso… lui, Frankie Knuckles, era veramente il creatore del genere.
Si può non amare la Night Life, si possono preferire altre musiche ma il suo nome non lo si può non conoscere o, peggio, banalizzare solo con il pezzo più famoso Your Love.
Lui, rimbomba ancora adesso… all’interno delle casse, tra le mura di una discoteca, tra i piatti di un giradischi che salta!

Aveva passione e sapeva miscelare, come pochi, più generi differenti.
Nato nel Bronx, tra funk, jazz, soul e rhythm’n’blues, aveva suonato nei locali più importanti di New York fino alla proposta di curare la selezione musicale in un altro storico locale, il Warehouse di Chicago.

Frankie, accetta la sfida e non solo… l’impatto con un pubblico diverso da quello della Grande Mela lo spinge a sperimentare qualcosa di nuovo che lo porterà presto a consacrarne il successo! Rivoluziona la figura del dj: da semplice selezionatore di musica a vero e proprio artista pronto a far ballare il suo pubblico con continuità!

Perchè anche questo era il suo intento, non permettere alla gente di fermare il proprio ritmo o peggio ancora, come purtroppo si usa fare oggi, di vederlo andare in estasi per un volgarissimo “su le mani!!!” in attesa del pezzo del momento!
Frankie, no! Era riuscito a manipolare attraverso sintetizzatori e registratori i suoi vecchi e preferiti pezzi soul, jazz, funk e per la prima volta, ad utilizzare più di due piatti per inserire particolari effetti in modo da eludere il passaggio da un disco all’altro. Il suono doveva essere continuo, senza interruzioni, senza lasciare la minima possibilità di interrompere le danze! Tutta la sala doveva rimanere senza fiato e lui ci riusciva… perchè lui, Frankie, era The Godfather of  House music, appunto!
L’esperienza a Chicago non lo portò solo verso nuove e vincenti scelte artistiche ma ne ampliò il bagaglio musicale. Una fil rouge, che suona instancabile dagli anni ’70 ad oggi e che neanche il diabete, che l’ha portato via all’età di 59 anni, ed un piede amputato proprio a causa della malattia sono riusciti a fermare.

Arrivederci Frankie

Frankie Knuckles morto the Godfather of House Music
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments