Faletti morto a 63 anni. Le parole di un artista trasformista dal successo unico

0
95
Faletti morto a 63 anni
Faletti morto a 63 anni

Giorgio Faletti morto a 63 anni è una di quelle notizie che non vorresti dare, anche se si sapeva che era malato da tempo. Aveva affrontato quest’ultimo ostacolo con il coraggio e il garbo che l’ha accompagnato per tutta la vita. In un messaggio datato solo pochi giorni celava le sue reali condizioni esprimendo soltanto il dispiacere per non poter incontrare il proprio pubblico. Astigiano di nascita, cittadino del mondo, amante dell’Isola d’Elba. Ha seguito un percorso unico conquistando la popolarità grazie al cabaret e al Drive in. Un cambio deciso con la partecipazione a Sanremo con “Signor Tenente”, un brano di denuncia sociale in cui manifestava la propria solidarietà per chi in prima linea combatte contro la criminalità sentendosi spesso deriso da luoghi comuni e ipocrisia.

Da grande trasformista, è poi passato alla letteratura rispolverando scritti riposti per anni in un cassetto e aggiungendo tutte le note della sua personalità eccentrica. Thriller colorati di autoironia, intrisi di pathos che sono divenuti boom ineguagliabili. Io uccido del 2002 ha venduto 4 milioni di copie facendogli meritare una famosa fotografia accompagnata dal commento: “Forse non lo sai ma quest’uomo è il più grande scrittore d’Italia”. Seguirono sempre registrando record di vendite Niente di vero tranne gli occhi , Fuori da un evidente destino, Io sono Dio, Appunti di un venditore di donneTre atti e due tempi

Nell’intermezzo spettacoli e partecipazioni speciali in film come in Notte prima degli esami dove si è divertito a interpretare la parte del terribile professor Carogna. Il miglior modo per ricordare Faletti morto in una piovosa giornata di inizio luglio, è rileggendo le pagine dei suoi libri e gli insegnamenti che regalava con le parole.

Faletti morto a 63 : alcune delle sue frasi

Ho sempre sostituito la paura di non farcela con la speranza di farcela di nuovo

“Si dicono parole che lasciano dietro conseguenze e significati. Si fanno gesti che possono ferire, per volontà espressa o per leggerezza. O per il semplice timore di essere feriti” [Niente di vero tranne gli occhi]

“Dopo un po’, si prova solo a dimenticare”

“L’amore è fatto di pioggia. Solo il vento sa quando e dove può arrivare”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui