Pubblicità
HomeCulturaDomenico Procacci: precedessore e seguace

Domenico Procacci: precedessore e seguace

Ex post è una interessante ed originale rassegna che mette a confronto i protagonisti odierni della nostra cultura, con quelli che ritengono essere stati i loro maestri e con coloro che rappresentano il loro futuro artistico. Il 12 marzo sarà la volta di Domenico Procacci, patron della Fandango, casa di produzione e distribuzione cinematografica fra le più giovani e attente nel panorama italiano ed internazionale.

Procacci debuttò giovanissimo producendo il primo film di Giuseppe Piccioni Il grande Blek (1987) con Sergio Rubini protagonista e nel 1989 fondò la sua casa di produzione, che divvenne in breve tempo una realtà importante e significativa nel panorama cinematografico italiano. Tra le pellicole prodotte dalla Fandango sono presentimolti dei successi cinematografici italiani degli ultimi anni, da L’ultimo bacio (2001) di G. Muccino, che sbancò il botteghino, all’ultimo e chiacchieratissimo Caos calmo con Nanni Moretti.

Il giovane cinema italiano deve molto a Procacci e alla Fandango, che si sono molto adoperati per un rilancio del nostro cinema. La Fandango è anche una casa editrice che privilegia, da sempre, opere di qualità. In questa rassegna, ExPost, Procacci racconterà la sua esperienza personale di produttore cinematografico, ed ha individuato in Franco Cristaldi il suo maestro. Una scelta dovuta, perché è innegabile che Cristaldi sia stato una figura cardine e indelebile del panorama della produzione cinematografica italiana.

Procacci ritiene che il suo post, inteso come continuatore della suo lavoro, sia Nicola Giuliano, anche lui produttore cinematografico della Indigo Film. C’è da scommetterci che lo sarà, visto che il lavoro di Nicola Giuliano è stato premiato da un grande successo. Sono stati prodotti da lui, infatti,alcuni fra i migliori film italiani degli ultimi anni, da La Guerra di Mario, a L’Amico di Famiglia a La ragazza del Lago.

Auditorium – via Milano, 9 A
mercoledì 12 marzo alle 18:30
L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments