HomeSenza categoriaCrescono i "documentari": ecco l’Internazionale.Doc

Crescono i “documentari”: ecco l’Internazionale.Doc

[oblo_image id=”1″]A fianco della collaudatissima sezione dedicata ai documentari italiani Italiana.Doc, ormai alla decima edizione e diventata un punto di riferimento nel panorama dei documentari del nostro paese, prende il via quest’anno la sezione rivolta ai documentari provenienti dal resto del Mondo.

A fronte dei dodici titoli per il concorso dedicato al documentario italiano, che concorrono al Premio per il Miglior documentario italiano in collaborazione con Persol (euro 10.000) e al Premio speciale della Giuria (euro 5.000), vi saranno tredici titoli, tutti inediti in Italia, per quanto riguarda la nuova sezione internazionale.

[oblo_image id=”2″]I lavori di Internazionale.doc sono eterogenei e di grande interesse ed attualità: si passa dal tedesco “Sollbruchstelle – Devil Hides in Doubt”, che racconta il lavoro nel XXI secolo, in uffici che assomigliano a celle di una prigione tra assurdi casi di mobbing e bizzarri corsi di formazione aziendale, passando per “Caja Cerrada”, in cui lo spettatore viene fatto “salire” a bordo di un peschereccio spagnolo, con un equipaggio in buona parte africano, fino ad arrivare, con “The Axe in the Attic”, sulle strade degli Stati Uniti dopo passaggio dell’uragano Katrina, in un misto dirabbia e di disperazione di chi ha perso tutto quello che aveva e si sente completamente abbandonato dallo stato.

Sicuramente questa nuova sezione del Torino Film Festival offrirà spunti molto interessanti e affiancherà anche nella successive edizioni la sezione dedicata ai documentari italiani, arricchendo il Festival di un respiro e di una portata sempre più internazionali.

I titoli dell’Internazionale.Doc
THE AXE IN THE ATTIC di Ed Pincus e Lucia Small (USA, 2007, 110′)
BAGHDAD TWIST di Joe Balass (Canada, 2007, 34′)
CAJA CERRADA di Martin Sola (Argentina/Spagna, 2008, 72′)
DIÀLOGO SOBRE UNA IMÀGEN di Joaquin Del Paso e Martyna Starosta (Germania, 2008, 3′)
DES HOMMES di Khristine Gillard (Belgio, 2008, 70′)
FRONTERISMO di Sofie Benoot (Belgio, 2007, 40′)
KHIAM 2000-2007 di Joana Hadjithomas e Khalil Joreige (Libano, 2008, 104′)
KINDER. WIE DIE ZEIT VERGEHT / CHILDREN. AS TIME FLIES di Thomas Heise (Germania, 2007, 86′)
NEZRIMOE / UNSEEN di Pavel Medvedev (Russia, 2008, 30′)
PODUL DE FLORI di Thomas Ciulei (Romania/Germania, 2008, 87′)
SOLLBRUCHSTELLE / DEVIL HIDES IN DOUBT di Eva Stotz (Germania, 2008, 61′)
UNIDAD 25 di Alejo Hoijman (Argentina/Spagna/Olanda, 2008, 90′)
UN VIRUS DANS LA VILLE di Cedric Venail (Francia/Israele/Marocco, 2008, 80′)

I titoli dell’Italiana.Doc
CASA VERDI di Anna Franceschini (Italia, 2008, 52′)
EARTHQUAKE ‘68 di Emanuele Svezia (Italia, 2008, 98′)
GIORNALIERO DI CITTÀ E PASSANTI di Mauro Santini (Italia, 2008, 58′)
IL GRANDE PROGETTO di Vincenzo Marra (Italia, 2008, 71′)
HUNTERS SINCE THE BEGINNING OF TIME di Carlos Casas (Italia/Svizzera, 2008, 87′)
LEONARDO di Paolo De Falco (Italia, 2008, 80′)
THE LOVE FACTORY #3 PIPPO DELBONO – BISOGNA MORIRE di Luca Guadagnino (Italia, 2008, 61′)
NAPOLI PIAZZA MUNICIPIO di Bruno Oliviero (Italia/Francia, 2008, 55′)
RADIO EGNATIA di Davide Barletti (Italia, 2008, 74′) (distr. Fluid Video Crew Produzioni Audiovisive Indipendenti)
RATA NECE BITI (NON CI SARÀ LA GUERRA) di Daniele Gaglianone (Italia, 2008, 170′)
SIGNORI PROFESSORI di Maura Delpero (Italia, 2008, 92′)
USO IMPROPRIO di Luca Gasparini e Alberto Masi (Italia, 2008, 71′) (distr. Vivo Film)

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments