HomeCulturaCane e padrone: amore incondizionato e vizi comuni

Cane e padrone: amore incondizionato e vizi comuni

[oblo_image id=”2″]Spesso è una necessità, spesso lo vogliono i figli, qualche volta è un regalo, altre volte un incontro casuale  ed in alcune circostanze come la mia, è l’incontro tra il piccolo grande sogno di mia figlia (la grande) e un piccolo essere spaurito, maltrattato, ferito  fisicamente e vorrei dire…. psicologicamente.

Il nostro cane è “psicopatico” (ma innocuo): fugge quando qualcuno nuovo si avvicina e abbaia quando gli altri cani si accostano, ma quando impara a fidarsi, è una gioia d’amicizia. Come quasi tutti i suoi simili, è l’essere più generoso che esista, nessuno vi fa farà le feste più di lui.

Badate, quando ritroviamo dopo lungo tempo, una persona amata può capitare, che gioisca il tanto da commuoverci ma nessuno vi farà festa, quando uscirete a buttare la spazzatura e poi tornerete a casa dopo due minuti.

Lo stress, i dolori, le malinconie; il cane vi aiuterà a combatterle,  se non avrete voglia di giocare con lui/lei, si accuccerà vicino aspettando un vostro cenno, anche svogliato.
Kira, è stata trovata nell’area industriale di Cagliari tra cantieri, capannoni e industrie chimiche, aveva 6 mesi (secondo il veterinario)  quando vagava in questo “inferno”, incastonato, nelle splendida natura che circonda la zona industriale, tra il parco di Monte Arcosu e la laguna di S.Gilla

Ha dovuto lottare per sopravvivere avendo solo, la sua pelliccia e le gracili zampette, con una parte dei suoi denti storti e rovinati, forse, da qualche osso troppo duro ma non per la sua fame.

Questo fagotto è entrato in casa intimorito, dentro una borsa di paglia. E’ stata raccolta
da una persona sensibile che gli ha fatto un regalo(curandola) e poi un’altra persona l’ha fatto a noi.

E’ una riserva di buon umore. Bisogna starci dietro, è un impegno serio: veterinario, pulizia casa, pulizia Kira…polizia urbana (portarsi dietro sacchetto raccolta escrementi) ma soprattutto bisogna educarlo e se sarete pazienti e costanti, imparerà a stare al suo posto…non sul divano o sul letto e  mangerà nella sua ciotola senza disturbare.

Quando dovrete viaggiare bisognerà avere una persona a cui affidarlo (conosciuta da voi e dal cane) oppure dovrete informarvi…le possibilità  per portarlo con voi, comunque, ci sono:

www.dogwelcome.it/trasporti.html

A proposito siccome l’abbandono di cani sopratutto in Italia è una delle tante abitudini
barbare del nostro popolo civile, non dimenticate di portare con voi (anche in gita)
documenti veterinari, museruola e guinzaglio… e naturalmente il cane deve stare al suo posto, non in poltrona!

Per quanto riguarda la pulizia è fondamentale… quasi quanto per gli uomini e i posti dove viaggiano… Trenitalia e Tirrenia inclusi.

                    

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments