Pubblicità
HomeSpettacoloBologna: si apre il Teatro delle Scuole

Bologna: si apre il Teatro delle Scuole

[oblo_image id=”1″] Si apre mercoledì 15 maggio, e proseguirà fino al 10 giugno,IlTeatro delle Scuole®, rassegna di spettacoliallestiti dalle scuole di Bologna e provincia. La manifestazione, giunta allasua 27a edizione, è promossa e organizzata da Arena del Sole – Nuova Scena – TeatroStabile di Bologna.

Siringraziano per la collaborazione la Provincia di Bologna – Servizio Culturae Pari Opportunità e la FondazioneCassa di Risparmio in Bologna, e NykorPilot Pen Italia per il sostegno.

 Lamanifestazione, giunta alla sua 27a edizione, è promossa eorganizzata da Arena del Sole – NuovaScena – Teatro Stabile di Bologna.

Siringraziano per la collaborazione la Provincia di Bologna – Servizio Culturae Pari Opportunità e la FondazioneCassa di Risparmio in Bologna, e NykorPilot Pen Italia per il sostegno.

Inaugurata da Nuova Scena nel 1986 (alTeatro Testoni, con il titolo “Quando lascuola fa teatro”), fino al 2012 la rassegna ha presentato complessivamenteoltre 410 diversi spettacoli, in cui sono stati coinvolti circa 15.600 studenti in palcoscenico e oltre 106.000 spettatori.

L’edizione2013 ospiterà sui palcoscenici della Sala Grande e della Sala InterActiondell’Arena istituzioni scolastiche, scuole di danza e associazioni culturalidella città di Bologna e dei comuni della provincia, per un totale di 12 rappresentazioni.

Dopo irisultati positivi degli anni passati, larassegna conferma il valore educativo del teatro, che si manifesta nellascelta delle scuole di portare i giovani a mettersi in gioco, di stimolarne lacreatività e la sensibilità artistica ma anche di indurli a riflettere su temiimportanti attraverso il linguaggio teatrale.

A comporre ilprogramma ci sarà una diversificata proposta dispettacoli presentati dagli istituti scolastici di Bologna e provincia e daalcune scuole di danza, frutto di laboratori teatrali che si sono svoltidurante l’anno scolastico e che danno esito a multiformi elaborazioni sceniche,dalla prosa al musical, dalla danza alla lirica.

Alcunetra le classi di quinta elementare del CircoloDidattico di Castel Maggiore metteranno in scena il Falstaff di Verdi, per l’occasione completamente riarrangiato eadattato all’estensione vocale dei ragazzi (28 maggio). L’Istituto “J. M. Keynes” di Castel Maggiore, con Streets of London, mescola la storia diJack lo Squartatore con l’importante tematica della donazione di sangue (29maggio). In Un’interrogazione da sogno,presentato dall’Istituto Comprensivo diMonterenzio, le vicissitudini di una studentessa si intrecciano allevicende e alle idee di alcuni pensatori illuministi (31 maggio). Anche la Scuola Media “Irnerio” prende spuntodalla trame di Sir Arthur Conan Doyle per raccontare The Mystery of the Death Crew (30 maggio), mentre il Liceo Scentifico “A. Sabin” con Who Wants To Be Famous propone unarilettura del musical Fame per parlaredei problemi dei giovani di oggi (3 giugno). Spazio anche per l’improvvisazioneteatrale con Impro-School, presentatodella Scuola Media “Jacopo della Quercia”(6 giugno): uno spettacolo totalmente improvvisato che prenderà vita grazie aisuggerimenti del pubblico.

Spazioalla danza con la Polisportiva Lame,che porta in scena Istantanee Forme,una coreografia che indaga sul rapporto tra ballo e fotografia (8 giugno), econ l’Associazione Coreutica Grand Jetédi Caste Maggiore, in un Renzo eLucia dove I promessi sposi manzonianivengono tradotti nel linguaggio scenico della danza (9 giugno).

Anchein questa edizione, tre degli spettacoli in programma sono scaturiti dailaboratori promossi dall’Arena del Sole rivolti sia a chi voglia intraprendereil mestiere dell’attore sia agli appassionati che desiderino vivere“dall’interno” l’esperienza teatrale. Si tratta di Dell’impostura, tratto damateriale drammaturgico di Molière, interpretato dagli allievi del corsoavanzato di recitazione Saperlo farecondotto da Alessandra Frabetti, che aprirà la rassegna mercoledì 15maggio, di Ad Atto/Unico, serata di pubblicapresentazione degli atti unici realizzati dagli allievi del laboratoriointensivo di drammaturgia Ad attocondotto da Gabriele Tesauri, che siterrà giovedì 23 maggio, e di Ombresulla collina, liberamente tratto da Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters, spettacoloconclusivo del laboratorio annuale di recitazione di Marina Pitta L’attore“critico”, il cui disegno luci è stato realizzato dai partecipantial laboratoriodi illuminotecnica Accendila luce! di Paolo Mazzi, inscena mercoledì 5 giugno.

Chiudela rassegna il 10 giugno l’organico di fiati Reno Galliera Wind Orchestra con Note di Cinema, un concerto-omaggio al cinema d’autore, che vede tra isolisti Daniele Furlati e Marco Biscarini, autori delle colonne sonore dei filmdi Giorgio Diritti.

 LE SCUOLE PARTECIPANTI

Inordine di apparizione:

DirezioneDidattica di Castel Maggiore (Bo); Circolo Leonardo, Bologna; Istituto “J. M.Keynes”, Castel Maggiore (Bo); IstitutoComprensivo n. 6 Scuola Media“Irnerio”, Bologna; IstitutoComprensivo di Monterenzio (Bo), Scuola Secondaria di Primo Grado; LiceoScientifico “A. Sabin”, Bologna; Istituto Comprensivo n. 7 – Scuola Media“Jacopo della Quercia”, Bologna;Polisportiva Lame, Bologna; Associazione Coreutica Grand Jeté, Castel Maggiore(Bo), Reno Galliera Wind Orchestra, Bologna.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments