HomeCulturaAl Vittoriano i disegni dei bimbi di Emergency

Al Vittoriano i disegni dei bimbi di Emergency

Il gioco e il disegno rappresentano il linguaggio universale di tutti i bambini. Può superare le differenze culturali e sociali, per arrivare anche agli adulti disposti ad ascoltarlo. E’ proprio da questa analisi che nasce il progetto Adotta un Disegno, grazie al quale sono stati raccolti negli ospedali di Emergency i disegni e le storie dei bambini ricoverati. Tutte opere esposte al Complesso del Vittoriano di Roma, dal 7 febbraio al 2 marzo.

I lavori sono stati presentati ad artisti visivi e musicisti internazionali che hanno potuto reinterpretare i disegni secondo la loro sensibilità ed il loro stile, realizzando un’opera nuova. I lavori degli artisti, le storie e i disegni dei bambini sono diventate il progetto di una mostra internazionale itinerante (prossime tappe previste: Genova, Torino, Milano, Firenze, Venezia, Londra, Berlino, Parigi, New York), e un catalogo a cui viene allegato un film-documentario in cui la voce di Vauro Senesi e quella di Paolo Rossi raccontano la storia dei bambini protagonisti, ripresi mentre disegnano, per arrivare, in un secondo momento, alle creazioni degli artisti.

Nomi eccellenti del calibro di Carla Accardi, Daniel Buren, Enrico Castellani, Lara Favaretto, Lucio Fontana, Shay Frisch Peri, Paul Fryer, Massimiliano Fuksas, Kendell Geers, Nan Goldin, Mona Hatoum, Fabrice Hyber, Mike Kelley, Anselm Kiefer, Fausto Melotti, Pierre et Gilles, Rudolf Stingel, Pascale Marthine Tayou, Keith Tyson, Ben Veutier, Francesco Vezzoli, Jovanotti, Tetes de bois, Morgan, Stefano Bollani, Planet Funk, Mauro Pagani, Carmen Consoli, Petra Magoni/Ferruccio Spinetti, Vinicio Capossela, Fiorella Mannoia, Daniele Silvestri, Radiodervish, Gianmaria Testa, Franco Battiato, Ginevra Di Marco, Eugenio Bennato, Zucchero.

La mostra avrà una parte dedicata ai lavori degli artisti visivi, ma anche una serie di cabine di ascolto in cui sarà possibile ascoltare i brani musicali, composti su ispirazione dei disegni; si potrà assistere alla proiezione di video estratti dal film-documentario. La cultura e l’arte debbono essere gli strumenti per educare e rieducare le coscienze alla pace, al ripudio della guerra in ogni sua forma e declinazione. Solo con il coinvolgimento diretto e fattivo degli uomini e delle donne di cultura è possibile dare un contributo prezioso e fondamentale alla costruzione di un mondo a misura di bambino, l’unico possibile anche per gli adulti.

Dagli ospedali, dai campi profughi e dai luoghi devastati dalle guerre, quei disegni hanno viaggiato raggiungendo gli occhi e le mani di grandi artisti che ne hanno tratto opere cogliendone la preziosità, e di musicisti e cantanti che hanno voluto comporre note e parole, come ninne nanne, per quelle piccole vite incrociate anche se da lontano. Ogni artista, ogni musicista ed ogni cantante non ha “ceduto” una sua opera per “beneficenza”: ha costruito, pensato, realizzato, fatto qualcosa di proprio per ognuno di questi bambini. Ma il fare deriva dall’incontro, dalla conoscenza, dall’affetto. Da una idea di Vauro Senesi, Adotta un disegno è a cura di Sergio Casoli, Elena Geuna per l’arte visiva e Stefano Senardi per la parte musicale. Sono stati gli artefici del progetto poiché hanno contattato i maggiori protagonisti dell’arte e della musica contemporanea italiana e internazionale, invitandoli ad offrire un contributo esclusivo al progetto. Il catalogo della mostra e i video che accompagneranno le opere esposte saranno prodotti da Fandango. I cd musicali che raccoglieranno tutti i brani contenuti nei video proiettati alla mostra saranno prodotti da Radio Fandango, e accompagneranno il catalogo della mostra.
L’intero progetto è dedicato ad Emergency, alle cui attività sono destinati anche i proventi derivanti dalle vendite del cd e delle opere d’arte donate dagli artisti.

Infoline: 06.688151
Ingresso libero

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments