HomeCulturaArteA est e ovest, gli affascinanti guerrieri di Oliva

A est e ovest, gli affascinanti guerrieri di Oliva

Chi entra nella prima sala di Spazio Bazzini 15, viene accolto da una serie di armature: sculture in ferro che ben rappresentano la poetica dell’artista attualmente in mostra in questa galleria situata nel cuore di Città Studi. I personaggi chiave delle sue opere sono guerrieri e guerriere: figure sensuali che trasudano forza e fragilità allo stesso tempo.
Est-Ovest, questo il titolo della personale, perchè perchè chi combatte inizia all’alba, ma è quando il sole tramonta, quando il guerriero toglie la sua corazza che comincia la battaglia vera: quella con se stessi, con i propri fantasmi ci spiega Andrea Oliva.

Marmo, bronzo, terracotta, ferro e legno: questi i materiali scelti. Materiali nobili e non tradizionali, duri  per antonomasia ma che si piegano sotto il volere dell’artista per farne uscire figure plastiche assorte nella loro atemporalità che ci riportano alla mente i guerrieri pluridimensionali di Umberto Boccioni.

Ritroviamo in queste sculture eroi senza tempo: nel mio immaginario-continua Oliva il guerriero è quello rinascimentale, colui che faceva del contatto diretto con il dolore, la forza, il sangue, il nemico, il suo lavoro ma anche la sua missione, condotta con un forte senso dell’onore, del coraggio ma anche con consapevolezza della paura e del confronto diretto con la morte. Niente a che vedere con i militari contemporanei e con le guerre intelligenti.

Eppure non possiamo che scorgere in queste figure sensualissime, elastiche, e forti, uomini e donne di oggi presi dai loro quotidiani conflitti. In queste sculture l’armatura e la carne sembrano fondersi, sembrano perdere i confini perchè tutti noi – conclude Oliva portiamo un’armatura per difenderci dal mondo esterno e dall’altro che non conosciamo, ma siamo veramente noi, uomini e donne, quando lasciamo cadere a terra quella corazza per mostrarci come siamo.

Una mostra, quella ospitata da Bazzini 15, che può sembrare molto maschile. In realtà troviamo anche donne guerriere, donne madri, donne amanti. Guerrieri e guerriere che si trovano uno di fronte all’altro nella quotidiana guerra dei sessi, confronto diretto con se stessi e con l’altro diverso da sè.

Est-Ovest, Andrea Oliva
a cura di Giancarlo Chielli
Spazio Bazzini 15
via Bazzini 15, Milano (metrò Piola)
dal 5 dicembre al 15 gennaio
Orari di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle 17,30 alle 19,30; sabato e domenica dalle 15 alle 20. Chiuso il martedì
dal 2 al 15 gennaio su appuntamento (info: 02 – 36586126; 347-1371567)
ingresso libero

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments