Pubblicità
HomeViaggiA Casale Monferrato torna la "bagna caoda" benefica

A Casale Monferrato torna la “bagna caoda” benefica

[oblo_image id=”1″]A Casale Monferrato, provincia di Alessandria, sabato 22 novembre, presso l’oratorio del duomo, in via magnocavallo 11 alle ore 20, ci sarà l’annuale grande bagna cauda!
La bagna càuda, (dal piemontese, salsa calda) è un tipico piatto della cucina piemontese, a base di aglio, olio d’oliva ed acciughe salate. La presenza dell’acciuga è un’influenza genovese. Per tradizione è un piatto tipico del periodo della vendemmia, quindi da consumare prevalentemente in autunno ed in inverno: una delle leggende sulla sua nascita vuole proprio che venisse preparato per togliere ai vendemmiatori il dolce, spesso quasi nauseante, dell’uva pigiata.Oggi si consuma nell’ apposito contenitore in terracotta, costituito da una ciotola a cui è sottoposto un fornellino per mantenere calda la salsa. La bagna càuda può essere accompagnata da un vino rosso corposo (se vogliamo rimanere nel tipico ambiente langarolo, possiamo usare la Barbera, il Nebbiolo, il Barbaresco, o il Dolcetto).

Il ricavatodella cena casalese (offerte a partire da 10€) sarà interamente devoluto alla costruzione delle nuove strutture dell’oratorio, in via dellaBiblioteca, che verranno presto inaugurate.Si richiede la prenotazione entro il 20 novembre.

Per chi invece vuole preparare la bagna cauda in casa eccovi gli ingredienti per 12 persone: 12 teste di aglio, una per conviviale
6 bicchieri di vino di oliva (mezzo per conviviale) e, se possibile un bicchierino di olio di noci
6 ettogrammi di acciughe rosse di Spagna

Tagliare a fettine gli spicchi d’aglio nudi e riporli nel tegame di coccio, aggiungere quindi un bicchiere d’olio e iniziare la cottura a fuoco basso mescolando con il cucchiaio possibilmente di legno; aggiungere poi le acciughe dissalate, diliscate, lavate nel vino rosso e asciugate. Coprire il tutto con il restante olio e portare a cottura a fuoco lento per mezz’ora, evitandone la frittura.

Se piace un sapore morbido, al termine della cottura aggiungere del burro fresco.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments