HomeCulturaArteVoci femminili: la figura della donna in Testori

Voci femminili: la figura della donna in Testori

Voci femminili , Iaia Forti
Voci femminili , Iaia Forti

Lo scorzo 17 marzo all’interno dell’università di Tor Vergata è stato presentato il libro “Voci femminili” a cura della ricercatrice  Daniela Iuppa. Sul tema centrale del libro, la donna all’interno degli scritti di Giovanni Testori, poeta, drammaturgo, critico d’arte, pittore e romanziere italiano scomparso nel 1993, hanno conversato anche il nipote dello scrittore Giuseppe Frangi, nonché presidente dell’Associazione in suo nome, Luca Doninelli, scrittore, Fabio Pierangeli, docente dell’università e la bravissima Iaia Forte, attrice teatrale.
Il lavoro svolto da Daniela Iuppa mette in evidenza la centralità della figura femminile nella narrativa di Testori, nella quale emergono personaggi come Gertrude e Ofelia dall’Amleto e riflessioni su icone che hanno segnato la letteratura italiana, come La monaca di Monza del Manzoni.
Per Testori la donna è colei che genera vita tramite il suo grembo e rappresenta il futuro. Il poeta stesso è infinitamente grato proprio a suo madre proprio per tali motivi. Punto di forza della sua scrittura è l’uso di una lingua teatrale, una lingua fatta per essere interpretata oralmente, arricchita da neologismi, francesismi e parole estratte dal suo dialetto, il lombardo. Negli ultimi anni c’è stato un rilancio dell’autore anche grazie al contributo di altri scrittori e attrici teatrali che hanno portato in scena alcune delle sue opere. Tra di loro Iaia Forte, che ha interpretato vari personaggi della narrativa di Testori, e Ermana Montanari, che ha ricevuto anche un prestigioso premio per aver portato in scena articoli testoriani apparsi sul Corriere Della Sera. Questi ultimi sono un’ulteriore traccia delle competenze dell’autore, che come pochi altri ha saputo raccontare fatti di cronaca in modo differente, in una chiave di perdono e non di odio.
L’amore dialettico del poeta nei confronti del Manzoni è sottolineato dai suoi scritti sulla Monaca di Monza, una delle figure letterarie che più ha suscitato scandalo. Altro rimando figurativo potente per Testori è Erodiade, su cui ha scritto un’opera edita in ben tre versioni (1969-1984-1994). Durante l’incontro Forti ha magnificamente interpretato il momento finale dello spettacolo teatrale, che esprime una “felicità d’amore, con una patina di dolcezza che avvolge tutto” come sottolinea Iuppa.

Voci Femminili
Voci Femminili

Il libro di Daniela Iuppa esce proprio in un periodo in cui la figura della donna cerca di emergere e di farsi spazio all’interno della società odierna. Quasi un inno a celebrare e sottolineare l’importanza delle donne, troppo spesso ultimamente soggetto di violenza e sfruttamento. Percorsi di donne testoriane che hanno sfidato le convenzioni, la morale dei propri tempi e non sono rimaste schiave dei propri tempi.
Per saperne di più: http://www.associazionetestori.it
Per acquistare il libro: http://www.edizionistudium.it/pubblicaz_2013/testori.htm

 

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments