HomeSpettacoloMusicaUn capolavoro 3d per il nuovo singolo di Giulio Wilson

Un capolavoro 3d per il nuovo singolo di Giulio Wilson

Il cantautore, reduce dall’uscita del suo nuovo album “Storie vere tra alberi e gatti”, pubblica il videoclip del singolo "I ricordi". In un piccolo capolavoro di animazione in 3D, le traiettorie di un viaggio tra la nebbia di una città deserta e nostalgica, dove i ricordi vivono e si animano. Il videoclip de “I ricordi” è disponibile su YouTube

È disponibile su Youtube il videoclip del singolo “I ricordi” di Giulio Wilson, primo singolo estratto dal nuovo disco “Storie vere tra alberi e gatti” (per l’etichetta discografica Maninalto!/distribuzione Believe).

Un piccolo capolavoro di animazione in 3D, con le immagini a cura del graphic designer e 3D modeler Paul Harden, prodotto da Ackagi, per la regia della 2D senior e art director Grazia Genovese.

Tra le vie di una città immaginaria gira un “personaggio” sui generis: un palloncino, che retoricamente simboleggia lo scorrere del tempo; si anima e si allontana dal manifesto in cui era raffigurato, prende vita e va, attraversa le strade di una città deserta, tra i ricordi degli uomini.

Giulio Wilson, autore del brano, presenta la sua concezione così coscienziosa dei “ricordi”: Grazie ai ricordi abbiamo la consapevolezza di quello che siamo, sono le espressioni dell’unica forma di immortalità che ci è concessa. A me, che sono anche viticoltore, piace pensare che i ricordi siano come certi vini da invecchiamento, che riposano e decantano nella nostra testa, sicura come una cantina. Quando si stappa una bottiglia, le parti indesiderate restano sul fondo mentre le parti limpide vengono a galla come una piacevole presenza.

Piano e voce danno forza ai frammenti del passato, quelli che prendono forma, diventano ricordi che tornano alla mente come tracce di vie già percorse.

Il videoclip, disponibile qui, è una dedica, un omaggio di Giulio Wilson ai partigiani milanesi Emidio Mastrodomenico, Tullio Galimberti, Umberto Fogagnolo, Domenico Fiorani, Giulio Casiraghi, Renzo del Riccio, Vincenzo Cortese, Arturo Capecchi, le cui lapidi sono state rappresentate anche nel videoclip. Così Giulio canta: “Ricordi raccontati piano tra le foto in mezzo al marmo della gente che non c’è, sono fiori d’azzeruolo, sono un vecchio partigiano che racconta un po’ di se”.

“I ricordi” è un brano rotondo e delicato, che funge da apripista al mondo nostalgico e allo stesso tempo sognante del disco. Una melodia guidata dal pianoforte e i contrappunti di una fisarmonica soffusa rivestono un testo che affronta il tema del ricordo, un’affezione al passato che si riscontra spesso nelle composizioni dell’artista.

La traccia è presente nel nuovo disco “Storie vere tra alberi e gatti”, formato da 13 brani con altrettante storie di vita fuori dal tempo, che si lasciano ascoltare e “sfogliare” come fossero capitoli di un romanzo, narrazione di vicende dei giorni passati e di quelli presenti.

Come le fotografie hanno vita in un album di ricordi, in “Storie vere tra alberi e gatti” le canzoni vivono nell’animo di chi ascolta e negli occhi di chi le immagina. Sono musiche di esistenza e resistenza.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments