Pubblicità
HomeSpettacoloMusicaLa chitarra di Rhys Chatham suona per Napoli

La chitarra di Rhys Chatham suona per Napoli

[oblo_image id=”1″]Arriva a Napoli, il 26 marzo, alla Galleria Toledo, il Guitar Trio di Rhys Chatham, composizione per “numerose chitarre elettriche, basso e batteria” che si avvale del supporto visivo delle Pictures for Music di Robert Longo. Allievo di Tony Conrad e La Monte Young, il newwyorkese classe ’52, nel 1977 ha scritto il Guitar Trio, un pezzo che si basa su un unico accordo, suonato in punti precisi della chitarra, creando delle micromelodie interne inizialmente impercettibili, e poi sempre più nitide e grandiose.

In ogni città in cui porta questa sua performance, Rhys è accompagnato sul palco da artisti locali, che eseguono con lui l’intera opera. Negli anni si sono avvicendati sul palco, artisti del calibro di: Thurston Moore, Lee Ranaldo e Glenn Branca, membri di Swans e Husker Du, Tortoise e Godspeed You! Black Emperor.

A Napoli lo accompagnerà sul palco, il meglio della musica “altra” partenopea; insieme a Rhys saliranno sul palco le chitarre di Maurizio Argenziano (A Spirale), Fabrizio Piccolo (Mesmerico), Pasquale Pierno (Nembrot), Sergio AlbanoTonino Taiuti, il basso di Fabrizio Elvetico (Illachime Quartet) e la batteria di Luca Bottigliero (Mesmerico).

L’artefice dell’approdo di Rhys Chatham a Napoli, è Marco Stangherlin che con la sua creatura wakeupandream, dona alla città di Napoli, bagliori di arte estrema e di qualità elevatissima.

link utili: www.wakeupandream.net

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments