HomeSpettacoloInterno Abbado, Hithcock in Puglia, al PIM

Interno Abbado, Hithcock in Puglia, al PIM

[oblo_image id=”1″]Un uomo quasi nudo sul palco, in tutta la sua bellezza e virilità si traveste da donna e ripercorre il dramma della vicenda che ha appena vissuto. Inizia così Interno Abbado, uno psicodramma grottesco in versione meridionale, approdato per quattro serate, la scorsa settimana, al teatro PIM, Spazio scenico, di Milano. Lo spettacolo che merita menzione per la sua originalità e perché è un esempio di nuove forme di sperimentazioni teatrali, è stato recitato con una forte cadenza pugliese e ambientato nella Foggia dell’arsura, di padre Pio della tranquilla e noiosa vita di paese, dove tutti si defilano, ma nulla si può nascondere veramente.

Si tratta di un premiato e esilarante monologo, portato in giro per l’Italia, scritto da Andrea Barraco e Giandomenico Cupaiolo rispettivamente regista e interprete principale, e accompagnato musicalmente, alla fisarmonica, da Lucas Zanforlini.

[oblo_image id=”2″]E’ un giorno afoso come tanti, ma Rosa ha smarrito il proprio marito, che forse l’ha abbandonata. Un appuntato la cerca al telefono. Ma in realtà Rosa non è Rosa e il marito non è chi è veramente scomparso. Ed ecco la confessione inaspettata della donna, che letteralmente si spoglia dei finti abiti, ritornando uomo, lamentando una quotidianità di coppia fatta di tutte quelle situazioni che uccidono la passione e annullano l’individualità, come recita Cupaiolo: “strappano la pelle”: il grembiule, i capelli che puzzano di fritto, la ripetitività e la prepotenza di gesti e parole.

[oblo_image id=”3″]Lo spettacolo, interpretato in modo coinvolgente e esilarante, è tratto dalla sequenza finale di “Psycho” di Hitchcock. Si tratta però di una rivisitazione, che proposta forse nella location più impensabile, la Puglia della gente comune, fa molto riflettere su chi siamo, cosa siamo, cosa vorremmo essere e cosa non siamo.

La rappresentazione, è frutto del lavoro della compagnia teatrale Itermini composta da Baracco e Cupaiolo. Nata nel 2002, la compagnia ha in questi anni ottenuto diversi riconoscimenti quali la menzione speciale al concorso ‘Nuove sensibilità’ di Napoli e un premio produzione assegnato dall’ETI per il progetto Minnie la candida di Massimo Bontempelli.

Compagnia Itermini
presenta

Interno Abbado
Di A. Baracco e G. Cupaiolo
Con Giandomenico Cupaiolo
Regia Andrea Baracco
Musiche dal vivo Lucas Zanforlini
Disegno luci Camilla Piccioni
Foto di scena Marta Ferranti

PIM Spazio Scenico
Via Tertulliano 68 – 20137 Milano
Tel/Fax 02.54102612 (segreteria telefonica)
Mail: info@pimspazioscenico.it
Web: www.pimspazioscenico.it

Per reaggingere il PIM:
MM3 Fermata Lodi TIBB
Bus: 90/91 (Tertulliano); 93 (Puglie)
Tram: 16 (Tito Livio)

INFORMAZIONI BIGLIETTERIA
Biglietto intero 13€
Biglietto ridotto convenzionati 10€
Biglietto under 18 e over 65 8€
Tessera associativa 2€
Tessera cittadino produttore 5€

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments