(Adnkronos) – L'Inter batte il Genoa per 2-1 oggi nel match in calendario per la 27esima giornata della Serie A e compie un altro passo verso lo scudetto. I nerazzurri, che si impongono con il gol di Asllani e il rigore di Sanchez, sono primi con 72 punti e ben 15 lunghezze di vantaggio sulla Juventus. Il Genoa rimane a quota 33, con 10 punti di vantaggio sulla zona retrocessione.  Il Genoa finisce k.o. in una sfida che interpreta con disciplina e attenzione in avvio. I rossoblu allenati da Gilardino non concedono spazi ai padroni di casa. La squadra di Inzaghi fatica a creare occasioni nitide e raramente arriva dalle parti della porta avversaria. Al 24' ci prova Barella, ma la conclusione al volo è imprecisa. Al 26' è il Genoa a sprecare la chance più nitida della prima porzione di gara. Sommer respinge il colpo di testa di Retegui e Gudmundsson non trova il tap-in. Dopo il pericolo scampato, l'Inter sfonda. Barella taglia il campo per Sanchez, palla illuminante per Asllani libero davanti alla porta: conclusione vincente e 1-0. Passano 4 minuti e l'arbitro Ayroldi fischia un discutibile rigore a favore dei nerazzurri. Frendrup in scivolata contrasta la conclusione di Barella, che poi si schianta a terra: per il direttore di gara è rigore e la decisione viene confermata dopo la verifica al Var. Dal dischetto, Sanchez non sbaglia: 2-0 al 38'. Il Genoa accusa il colpo e rischia di crollare prima dell'intervallo. Lautaro reclama un altro rigore per un tocco di mano di Bani, stavolta il Var non accontenta l'Inter. Prima del riposo è provvidenziale l'intervento di Vasquez su Mkhitaryan per evitare il tris nerazzurro. Il Genoa pesca il jolly in avvio di ripresa e riapre il match: de Vrij libera l'area dell'Inter, Vasquez colpisce al volo e spedisce il pallone all'angolino per il 2-1 al 54'. Il Genoa ci crede e al 66' pareggia. Retegui tocca di testa, Vitinha calcia di destro e buca Sommer: il gol però viene cancellato dalla posizione di fuorigioco del marcatore. L'Inter soffre e deve badare soprattutto a difendersi nell'ultimo terzo di partita. Il Genoa preme ma non trova varchi nella retroguardia nerazzurra. L'assalto finale dei rossoblu non produce risultati, l'Inter ha spazi per colpire in contropiede e prima del sipario cercano il colpo del definitivo ko: Martinez respinge su Arnautovic, finisce 2-1.  —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Advertisement

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui