Pubblicità
HomeGiochiDiventare Presidente USA? Un gioco da ragazzi!

Diventare Presidente USA? Un gioco da ragazzi!

Se la vostra aspirazione è quella di correre in prima persona per le presidenziali Usa, alla conquista della Casa Bianca, col gioco The Political Machine, sviluppato dall’azienda americana Stardock e disponibile da questa settimana per i Pc con sistema operativo Microsoft Windows, potrete sciegliere di assumere le sembianze del democratico Barack Obama, del repubblicano John McCain, oppure di creare un proprio candidato immaginario. Unica caratteristica in comune: i personaggi hanno le sembianze di pupazzi. Una volta scelto il partito ed uno scenario (dalle attuali presidenziali fino alle elezioni del 1860 che precedettero la guerra civile), la campagna elettorale può cominciare.

[oblo_image id=”1″]I meccanismi di The Political Machine (www.politicalmachine.com) sono quelli caratteristici dei giochi di strategia, ma qui dovrete viaggiare per il Paese, costruire i vostri quartieri generali, tenere discorsi, raccogliere soldi, coinvolgere collaboratori nella campagna, gettare le basi per un movimento di sostegno, lavorare con lobbisti e consulenti. Fare quindi ciò che ogni candidato farebbe per diventare presidente. Si parte con un bagaglio iniziale fatto di una somma di denaro e capitale, poi se ne selezionano i tratti caratteriali: carisma, integrità, intelligenza. Si definisce quindi la propria posizione sulla guerra in Iraq, sui tagli alle tasse o sull’immigrazione illegale. Il giocatore dovrà alla fine misurarsi con un avversario, controllato da un altro giocatore via Internet oppure dal sistema di intelligenza artificiale messo a punto da Stardock, nel tentativo di conquistarsi l’appoggio del maggior numero di stati.

Il gioco prevede variabili che si basano su dati e cifre reali (quali informazioni demografiche, dati censuali, modelli elettorali, statistiche effettive), così che alle scelte del potenziale candidato corrispondono conseguenze e risposte che si avvicinano a quanto succederebbe nella realtà. In questo senso, Brad Wardell, presidente e amministratore delegato di Stardock, riferisce all’agenzia Reuters che The Political Machine è pure uno strumento di previsione rispetto ai risultati elettorali.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments