HomeCulturaCastel Sant’Angelo by night fra arte e cultura

Castel Sant’Angelo by night fra arte e cultura

[oblo_image id=”4″]Castel Sant’Angelo, edificato intorno al 123 d.c. come monumento funerario all’imperatore Adriano e divenuto in seguito fortezza e splendida dimora rinascimentale dei Papi, oggi è sede di importanti eventi culturali sia nella stagione invernale che in quella estiva. Sulle proprie terrazze e nelle sue sale espositive è ora in corso, fino al prossimo 24 Agosto, la manifestazione “Notti Animate”, che offre un cartellone molto variegato in grado di accontentare le esigenze di ogni tipo di visitatore. Per gli amanti dell’archeologia e delle passeggiate per riscoprire i luoghi della Roma antica, con un supplemento di 3 Euro rispetto al biglietto d’ingresso sarà possibile accedere al Passetto di Borgo e alle carceri sotterranee. [oblo_image id=”5″]Il corridoio, costruito nel 1277, collegava la roccaforte ai Palazzi Vaticani, permettendo così ai Pontefici di raggiungere velocemente San Pietro senza essere visti e senza tornare in strada. In gravi situazioni d’emergenza, inoltre, esso si rivelò una indispensabile via di fuga: nel 1494, ad esempio, Papa Alessandro VI Borgia si mise in salvo grazie a tale passaggio durante l’invasione di Carlo VIII di Francia; allo stesso modo, nel 1527, Papa Clemente VII riuscì a rinchiudersi nella fortificazione scampando alle truppe spagnole dei lanzichenecchi durante il famigerato “Sacco di Roma”.

[oblo_image id=”2″]Scendendo invece le scale dal Cortile della Balestra, si arriva alle celle buie, umide e strette che ai tempi del governo papalino ospitavano sia briganti che semplici e malcapitati cittadini, reclusi spesso per non aver rispettato anche una legge trascurabile. Allora la vita in prigione era molto dura, con sofferenze ed umiliazioni di ogni sorta: questi ambienti, fra l’altro, confinavano con il cortile del teatro, cosicché i carcerati erano costretti a sentire le rappresentazioni ludiche e addirittura gli odori dei banchetti, ovvero tutti piaceri della vita da cui erano senza dubbio esclusi. Probabilmente l’unico sfogo che era loro concesso consisteva nello scrivere sui muri, come testimoniano graffiti e frasi di ogni genere ancora visibili sulle medesime pareti.

[oblo_image id=”3″]Passando alle mostre dedicate all’artigianato, anche quest’anno le Sale della Biblioteca, delle Colonne e della Rotonda ospitano le vetrine con i gioielli di “Oro di Roma” (http://www.orodiroma.com/). Oltre al consolidato comparto orafo – argentiero rappresentato da circa sessanta aziende, sono esposti in aggiunta alcuni abiti firmati sia da maison storiche che da stilisti emergenti. Molto interessante la serie dedicata a specifiche città e nazioni del mondo (es. il vestito “New York” di Renato Balestra, quello sull’Argentina di Chiara Boni, e il modello sul globo terrestre di Gattinoni).
Sempre rimanendo nell’ambito della moda, sono stati allestiti due spazi particolari per omaggiare i talenti emergenti dell’Accademia di Costume e Moda (http://www.accademiacostumeemoda.it/) e della scuola di Ida Ferri (http://www.scuolaidaferri.it/).

Nella programmazione dell’evento si segnalano infine esibizioni musicali, spettacoli di cabaret, coinvolgenti lezioni di tango argentino e animazione per bambini. Per visionare tutti gli appuntamenti giorno per giorno, si rimanda al sito www.castelsantangelo.com/csa_2008/evento.asp.

Sede: Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, Lungotevere Castello 50, Roma
Periodo: dal 2 Luglio al 24 Agosto 2008
Orario di apertura: tutte le sere dalle ore 20.45 alle 0.45 (venerdì e sabato chiusura alle ore 1.45)
Biglietti: Intero 10 Euro, ridotto 8 Euro (Cral convenzionati), 5 Euro per over 65, gratuito fino ai 14 anni. Supplemento facoltativo di 3 Euro valido sia per la visita al Passetto di Borgo che alle carceri.
Informazioni: tel.0699341843 (ore ufficio); email: info@castelsantangelo.com

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments