Pubblicità
HomeSpettacoloBonacelli in L'Apologia di Socrate di Platone

Bonacelli in L’Apologia di Socrate di Platone

E’ fissato per sabato 12 luglio alle ore 21.15, a Villa Imperiale Pausylipon (Via Coroglio, Napoli), il debutto in Campania di Paolo Bonacelli ne L’Apologia di Socrate di Platone, programmato dalla quarta edizione di Teatri di Pietra – Pausylipo 2008, ideata ed organizzata da Capua Antica Festival e diretta da Aurelio Gatti.

Presentato da Associazione Archètipo, lo spettacolo, che ha per sottotitolo ‘Una riflessione sulla giustizia’, vede la presenza in scena, oltre a Paolo Bonacelli, di Alessio Benedetti Sardelli e Elena D’Anna, per la drammaturgia e la regia di Riccardo Massai. Il singolare allestimento si avvale della preziosa collaborazione al disegno luci di Francesco Bianchi e del montaggio video a cura di Zonazero.

L’Apologia di Socrate è una delle opere di Platone più lette, tratta della difesa che Socrate pronunciò dinanzi ai giudici, durante il processo, datato 399 a.c., frutto di una congiura politica. Il filosofo fu accusato di corruzione di giovani e di empietà, e per questo condannato a morte.

Socrate, in quest’ultimo disperato appello, afferma, e motiva, quanto una condanna a morte non possa impedire il rimprovero contro una vita non vissuta in modo giusto. Il suo pensiero va all’uomo ‘giusto’, “…al quale nulla di male può accadere, poichè il Bene è la vera dimensione dell’Assoluto”.

Contemporaneo nella concezione della giustizia, Platone, e attraverso di lui Socrate, hanno molto da insegnare sull’idea e la messa in opera della giustizia. Questo allestimento raffronta il pensiero antico, risalente a più di due millenni fa, alla situazione attuale, per diventare, ancora oggi, atto di accusa contro la pena di morte, ponendo l’accento sul valore della vita.

Attraverso video ed immagini di condannati a morte del nostro tempo, si tenta di tracciare un filo rosso che lega il discorso filosofico a quello etico contemporaneo. Lo spettacolo rappresenta il processo a Socrate, riproponendo anche la forma della duplice votazione da parte della corte, che simbolicamente è rappresentata dagli spettatori stessi. Questi ultimi saranno coinvolti, fisicamente ed emotivamente, in stretta relazione con gli attori, divenendo parte integrante della vicenda.

Inoltre un prologo, tratto da Le Eumenidi di Eschilo, metterà a confronto i due tempi della giustizia: i suoi albori, dove l’istituzione del tribunale ebbe le sue fondamenta e dove la giustizia aveva un valore “ideale” oltre che effettivo, ed il tempo in cui interessi e particolarismi politici, al contrario, prevalevano.

Teatri di Pietra – Pausylipon 2008 nasce in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli e Caserta, ed il patrocinio di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ente Teatrale Italiano, Regione Campania, Provincia di Napoli e Comune di Napoli, Assessorato al Turismo, Grandi Eventi, Pari Opportunità e Tempi della Città.

Info e prenotazioni al numero verde 800024060
email info@capuanticafestival.it internet www.teatridipietra.org 
Ingresso da Grotta di Seiano (Via Coroglio) ore 20.00, inizio spettacoli ore 21.15
Il costo dei biglietti è di euro 12 (intero) e di euro 8 (ridotto)

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments