Pubblicità
HomeCulturaAscanio Celestini e la lotta di classe

Ascanio Celestini e la lotta di classe

AscanioCelestini è considerato uno dei nomi più importanti del teatro dinarrazione in Italia. E’ un cantastorie moderno, ed il suo modo di fareteatro è davvero originale, egrande è la sua capacità di trasmetteremessaggi forti su temi scottanti. Ascanio Celestini propone da annispettacoli che rendono di facile accessibilità temi di straordinariaprofondità.Racconta storie di lavoro, di guerra, emigrazione e follia. Il suo ultimo documentario è il raccontodella vita di chiha vissuto osta vivendo la precarietà. I suoiscritti e i suoi spettacoli nascono sempre da un lavoro di raccolta dimateriale lungo e approfondito, da indagini condotte attraversointerviste e laboratori. Dopo aver vinto il Premio Ciampi 2007 per ilmiglior debutto dell’anno con “Parole Sante”, Ascanio Celestini presenta all’’Ambra Jovinelli il documentario sui precari dell’Atesia. Sono tutti operatoridi un call center, all’Atesialavorano quasi 4000 persone. E’ il piùgrande in Italia e uno dei maggiori in Europa. Poco più dell’1% sonoassunti a tempo indeterminato, tutti gli altri sono precari. Alcuni diloro si sono organizzati nel collettivo Precariatesia e si incontranoper studiare la legge 30, la cosiddetta riforma Biagi che in Italia haistituito il lavoro a progetto. Tutti lavorano a cottimo. Più restanoal telefono, più guadagnano. Sono i lavoratorisquattrinati nascosti dietro agli 800… Il loro guadagno è sempre menodi mille euro lordi al mese, e molti di loro sono costretti a fareanche tre lavori precari contemporaneamente. Ascanio ha cominciato adascoltare le loro storie, li ha registrati e preso appunti. “Appuntiper un film sulla lotta di classe” parte dalracconto del lavoro precario per andare verso quello della lotta diclasse; parla di un conflitto inevitabile in una società fatta diProzac e Mulini Bianchi.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments