(Adnkronos) –
ADAS, sistemi di assistenza alla guida, obbligatori per tutte le auto a partire dal prossimo mese di luglio.  Acronimo di Advanced Driver Assistance System, gli ADAS rappresentano un valido e concreto aiuto al guidatore nelle situazioni di pericolo e non solo.  Un obbligo voluto dalla Commissione europea e che riguarderà tutte le vetture di nuova immatricolazione che saranno commercializzate in Europa a partire dal mese di luglio.  Obiettivo ridurre gli incidenti ma anche fare in modo che le auto dialoghino tra loro.  Tra i nuovi dispositivi che gli ADAS portano al debutto sulle vetture di nuova immatricolazione, c’è l’EDR (acronimo di Event Data Recorder). Si tratta di un dispositivo in grado di registrare i dati di un evento e di consentirne la ricostruzione. Una sorta di registro che in caso di incidente, servirà a ricostruire la dinamica e così ad aiutare la parte lesa nella richiesta di un risarcimento danni.  Altra novità che sarà obbligatoria a partire dal mese di luglio è l’ISA, ovvero una tecnologia che consente al guidatore di sapere quando ha superato la soglia di velocità consentita durante la percorrenza di un determinato tratto autostradale.  Utilissimo sarà anche l’alcool lock, un dispositivo che impedisce al veicolo di accendersi quando rileva che il guidatore ha un tasso alcolico superiore al consentito. Altri due dispositivi che saranno obbligatori sempre a partire dal mese di luglio 2024, sono il segnalatore della frenata automatica di emergenza, quello di retromarcia e il sistema che consiglia il guidatore quando effettuare una sosta (stanchezza e distrazione). —motoriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Advertisement

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui