HomeCulturaArteSpello: l’arte dei fiori sulle strade della città

Spello: l’arte dei fiori sulle strade della città

[oblo_image id=”2″]Le infiorate artistiche di Spello traggono origine dall’iniziativa di una donna che, negli anni ’30, fece sulla strada un disegno floreale servendosi delle ginestre e dei finocchi. Nel corso del tempo una semplice usanza popolare divenne una delle infiorate più conosciute e apprezzate nel mondo, sia per la qualità artistica delle opere, sia per l’organizzazione dell’evento dovuta all’Associazione “Le Infiorate di Spello”, con il patrocinio della Regione e degli Enti locali. Oggi la manifestazione attira migliaia di visitatori che, nella mattinata del Corpus Domini, affollano le vie della città, per ammirare i tappeti e i quadri realizzati durante la notte.

Le infiorate esposte per le vie della città sono opere d’arte vera e propria. Gli autori impiegano delle intere settimane o addirittura mesi, spesi nella progettazione, raccolta dei fiori, mondatura, la selezione e la conservazione dei petali. Il lavoro più frenetico è, chiaramente, quello di sabato notte, impiegata nella preparazione dei quadri e dei tappeti. Tutto quanto per preparare delle opere che durano soltanto una mezza giornata. Si, perché durante la processione domenicale presieduta dal Vescovo esse svaniscono, calpestate dai fedeli. I meravigliosi dipinti rimangono nelle fotografie, nei filmati e soprattutto nella memoria di chi aveva fortuna di poterli ammirare.

Quest’anno il concorso “Infiorate di Spello” ha raggiunto la sua 47º edizione. Sono tre le categorie del concorso:

  • Quadri – vincitore: gruppo Filippo Petrucci (infiorata 4)
  • Tappeti – vincitore: gruppo Giorgio (infiorata 46)
  • Under 14 – vincitore: gruppo Un filo per la vita (infiorata 104)

[oblo_image id=”1″]Oltre ai premi in denaro ai vincitori viene assegnato il “Premio Properzio”, una statuina del poeta latino fatta in bronzo, che viene tenuta dal vincitore per un anno e restituita in prossimità del concorso successivo. Nel 2008 è stato istituito anche un premio speciale in onore dell’arte del Pintoricchio, che alla città di Spello ha regalato il suo capolavoro: la Cappella Bella. Da quattro anni ormai, parallelamente al concorso delle infiorate, si svolge un altro concorso floreale delle “Finestre, balconi e vicoli fioriti”, che si protrarrà fino al 15 giugno.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments