Ricetta pasta cacio e pepe : dai pastori laziali alla nostra tavola

0
82
Ricetta pasta cacio e pepe
Ricetta pasta cacio e pepe
Ricetta pasta cacio e pepe

Questo piatto, uscito dalla più profonda tradizione romana per arrivare nelle nostre tavole, ha origini lontane e povere. Si racconta che i pastori mangiassero questa pasta perché avevano sempre gli ingredienti nei loro zaini: il pecorino, che si manteneva facilmente, il pepe, per riscaldarsi, e la pasta, che rappresenta una buona fonte carboidrati.
Ormai c’è addirittura la “Accademia der cacio e pepe”, nata a difesa della ricetta tradizionale, che discute su argomenti come la cottura della pasta o la grandezza dello spaghetto. E voi? Come la fate?

Ingredienti
400 g Tonnarelli
200 g pecorino
Pepe nero qb
Acqua di cottura

Preparazione
Fate cuocere in acqua leggermente salata i tonnarelli per il tempo di cottura indicato sulla confezione. Quando scolate la pasta trattenete un paio di bicchieri dell’acqua di cottura, da utilizzare per rendere il tutto più cremoso. In una padella grattugiate il pecorino e aggiungete del pepe. Versate la pasta nella padella, con un po’ d’acqua di cottura e girate velocemente. Grattugiate ancora il cacio e regolate voi stessi la quantità di acqua da aggiungere per la cremosità, in base alle vostre preferenze. Arrotolate i tonnarelli con un forchettone e impiattate, con un’ultima spolverata di pecorino (volendo grattugiato grossolanamente) e pepe.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui