HomeUltimissimeMaxidrift Team: tutta la passione di vivere di traverso

Maxidrift Team: tutta la passione di vivere di traverso

Max Sontacchi tra l'amico Loris Capirossi ed Elena Zaniol
Max Sontacchi tra l’amico Loris Capirossi ed Elena Zaniol

E’ difficile inventare uno sport, ancora più difficile inventarne uno che meriti di essere creato per le emozioni che sa regalare al pubblico. Il drifting è riuscito nell’impresa: nato in Giappone negli anni ’80, si è diffuso a macchia d’olio negli Stati Uniti fino a farsi conoscere più recentemente in Europa e, finalmente, anche in Italia. La filosofia è sorprendente nella sua semplicità: trasmettere le stesse sensazioni delle competizioni motoristiche riducendo al minimo i rischi. Nessun tempo da battere, nessun giro record da far registrare ma soltanto la possibilità di esibirsi in evoluzioni e virtuosismi a velocità moderate (circa 70-80 km/h) per meritarsi il credito della giuria e soprattutto l’applauso degli spettatori. Il risultato è una disciplina che coniuga l’assenza di infortuni alla crescita del seguito di pubblico con costi decisamente inferiori rispetto ad altre competizioni motoristiche.

 

Spettacolo assicurato con il Maxidrift Team
Andrea Meschieri sulla prima moto realizzata in Europa per i disabili

Max Sontacchi si è avvicinato al drifting dopo che un brutto incidente in moto (dovuto a un’auto pirata) aveva lesionato due vertebre e il midollo spinale. Ha reagito con coerenza continuando a fare ciò che amava. E così ha scoperto che grazie al drifting poteva ugualmente derapare in pista, guidare di traverso. Anzi, ha capito che poteva osare ancora di più e ha progressivamente ampliato le prospettive fino a divenire proprietario del Maxidrift Team: una sezione agonistica per le gare, corsi individuali e di gruppo di guida sicura, la propria esperienza messa a disposizione di tanti ragazzi vittime di incidenti simili o disabili che hanno bisogno di sentirsi dire che possono riprendersi la propria vita continuando a puntare sulla propria passione. I componenti sono Max Sontacchi, Andrea Tessera, Massimo Nascetti e Andrea Meschieri che è il pilota della moto del team, la prima realizzata in Europa per i disabili.

Il Maxidrift Team e il drifting stanno incontrando il successo del pubblico testimoniato dalle numerose esibizioni e kermesse che si susseguono a frequenza sempre maggiore. Nel prossimo weekend, ci sarà il bis sull’impianto di Castelletto di Branduzzo (PV): due giorni in cui appassionati e semplici curiosi potranno provare in prima persona l’ebrezza di tutte le emozioni del drifting con corsi, taxi drift e molto altro ancora. Vivere di traverso e divertirsi con la massima sicurezza. Perchè non provare?!?

Per ulteriori informazioni: www.maxidrift.it

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments