L’Italia partecipa alle Olimpiadi di cucina

0
46

La gastronomia italiana partecipa alle Olimpiadi di cucina. Senza aspettare altro tempo, è già in allenamento la Nazionale Italiana Cuochi in vista della più grande rassegna culinaria che si svolge ogni quattro anni, come se fossero competizioni sportive. Quest’anno, la kermesse internazionale, si terrà in Germania, dal 19 al 22 ottobre. La rassegna multietnica di cucina, conosciuta alla maggior parte dei cuochi come IKA o più semplicemente “Olimpiadi di cucina”, fu realizzata per la prima volta sul Meno a Francoforte, nell’anno 1900, dall’allora Presidente della Federazione Tedesca Cuochi (VKD), Carl Matthäus Banzer. La più importante quanto tradizionale rassegna culinaria ricorre tutt’ora ogni quattro anni, diventando un vero scambio culturale, quasi fosse la mecca, per cuochi e pasticceri provenienti da ogni parte del mondo. Alla competizione professionale parteciperanno 28 nazioni, tutte pronte a contendersi la vittoria olimpica a Erfurt, in Germania. Con la Nazionale Italiana Cuochi saranno presenti i colori della cucina italiana che non mancherà di riservare sorprese. Tutte autentiche. S’intende. Il pubblico, costituito da giovani professionisti e da tutti coloro che sono interessati alla rassegna per scopi professionali, assisterà alla presentazione di idee innovative nonché di dimostrazioni pratiche. Faranno parte degli spettatori, sempre in prima linea, anche gli ormai numerosi appassionati di cucina e gastronomia. Che non perdono l’occasione per imparare nuove portate e squisite prelibatezze.