HomeSenza categoriaLibania Grenot , la Panterita d'oro agli Europei

Libania Grenot , la Panterita d’oro agli Europei

Libania Grenot
Libania Grenot

Libania Grenot vince la medaglia d’oro nei 400 metri

Finalmente un pò d’Italia in questi europei di atletica di Zurigo. La gioia più grande arriva dai 400 metri femminili che hanno visto trionfare Libania Grenot con il tempo di 51’10” davanti all’ucraina Zernlyak e alla spagnola Terrero. La Grenot è arrivata in Italia sette anni fa e il suo percorso d’avvicinamente è stato tutt’altro che facile. Tanti pensieri a 32 anni, qualche problema fisico e il timore che la grande occasione non arrivasse. E, invece, la Panterita ha confermato la sua indole da guerriera sfoderando una gara esemplare nell’appuntamento più importante. E’ scattato con decisione ai blocchi di partenza facendo registrare un passaggio rapidissimo ai 200 metri (23”7) e poi ha tenuto sul rettilineo finale al ritorno delle avversarie. Proprio all’imbocco dopo l’ultima curva nel momento più delicato dei 400 metri quando le rivali iniziavano ad annaspare, Libania riprendeva la sua falcata agire andando a vincere per distacco.

Un successo fortemente voluto: “Non ho mai pensato di mollare” e il tatuaggio della tigre rispecchia il carattere di una campionessa indomabile che pensa già al futuro. E la prossima chance arriva dalla staffetta dove la Grenot è chiamata a guidare la nostra nazionale all’impresa. Ha lavorato tanto e bene per limare ogni difetto e secondo il tecnico ha ottime possibilità anche nei 200 metri con un lavoro specifico sulla velocità: il corpo è più giovane di quanto dica la carta d’identità e c’è ancora spazio per programmare per il futuro.

Intanto, è una boccata d’ossigeno per l’atletica azzurra che ha iniziato un’opera di ricostruzione rinviata per troppi anni. Si sapeva che ci sarebbe stato da soffrire e stiamo soffrendo, ma basta guardare con attenzione per scovare i possibili campioni del futuro. E dato che vincere aiuta a vincere, non possiamo che ringraziare Libania Grenot per aver fatto sentire l’inno di Mameli in alto nel cielo di Zurigo.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments