(Adnkronos) – La nuova Jeep Avenger e-Hybrid rappresenta un ulteriore step verso la completa elettrificazione del Marchio.  Un motore endotermico da 100 cavalli abbinato a un’unità elettrica da 21 kW, il motore elettrico è integrato in un cambio automatico a doppia frizione a 6 rapporti e a un generatore di avviamento azionato a cinghia a 48 Volt.  La batteria agli ioni di litio da 0,9 kWh è alloggiata sotto il sedile guidatore, l’intero sistema ibrido a 48 Volt pesa solo 60 kg in più rispetto a un cambio automatico tradizionale.  Rispetto alla versione con il solo motore termico, i consumi si riducono notevolmente anche del 20% in confronto a un cambio automatico tradizionale. Il sistema ibrido con tecnologia a 48 Volt assicura una riduzione dei consumi fino al 13% se confrontato con un propulsore endotermico, nella guida in città la e-Hybrid può arrivare a consumare fino al 28% in meno.  Il motore elettrico e quello a combustione muovono l’asse anteriore in modo del tutto indipendente. Nelle manovre alle basse velocità, inserendo la funzione e-Boost, la coppia da 55 Nm del motore elettrico si aggiunge a quella del motore termico, ciò consente al pilota di poter usufruire di una maggior spinta ai bassi regimi e non solo.  La presenza del nuovo cambio e-DCT6 consente una guida senza stress e l’utilizzo dei paddle al volante.  Sei le modalità di guida, tutte disponibili su 7 slot, 3 sono per la guida in città e per le lunghe distanze (Normal, Eco e Sport) e 3 sono studiate per l’utilizzo in fuoristrada (Sand, Mud e Snow). —motoriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Advertisement

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui