Fabiano Caruana , chi è veramente il nuovo genio della scacchiera?

0
63
Fabiano Caruana
Fabiano Caruana

Ci sono storie in cui sembra tutto già scritto dall’alto eppure riescono sempre a sorprendere. Anche i quotidiani e le riviste generaliste sono state costrette a interessarsi di Fabiano Caruana , 22 anni e un talento infinito per gli scacchi. Nel supertorneo di St Louis che vede ai nastri di partenza l’elite del mondo delle 64 caselle, ha iniziato con un devastante sette su sette sbaragliando la concorrenza con un’autorità impressionante. Ma da dove comincia la storia di questo ragazzo con la faccia a metà strada tra Harry Potter e il mitico Crisantemi della Longobarda, che parla poco e che regala arabeschi sulla scacchiera che assomigliano alle pennellate dei grandi pittori fiamminghi. Perché al di là dell’aspetto placido, Fabiano on move è un guerriero. Sa vincere facendo affidamento al talento ma non disdegna di trasformare la partita in una guerra di nervi, in una lotta senza quartiere dove emergono le sue doti da agonista. E’ al secondo posto del ranking mondiale alle spalle solo di un altro predestinato come il norvegese Carlsen.

Ma come detto procedendo a ritroso, sembra che il fato avesse già previsto tutto. Nato a Miami da padre italo-americano e madre italiana trascorre la sua infanzia a Park Slope, un quartiere di Brooklyn dove anni prima era solito passeggiare un mito, o meglio il Mito con la m maiuscola degli scacchi: Bobby Fischer. Viene scoperto in un corso post scolastico e da lì comincia l’avventura che appare come un continuo rincorrere voci che lo spingono verso un’unica meta: arrivare in cima. La sua escalation è fenomenale, ottiene il titolo di  Grande Maestro (il massimo riconoscimento che sancisce l’eccellenza) ad appena 14 anni e comincia a conquistare risultati prestigiosi nei principali tornei internazionali. Freddo come un killer nello sfruttare gli errori dell’avversario, originale nello stile di gioco e fantasioso nell’elaborare piani avveniristici, coniuga un estro naturale all’allenamento totalizzante che ha svolto fin dall’adolescenza. Perchè anche se qualcuno ritiene un eccesso l’affermazione di Kasparov secondo cui “gli scacchi sono lo sport più violento al mondo”, è bene sapere che per raggiungere l’olimpo sono necessarie ore e ore di perfezionamento quotidiano e non si può fare a meno di una solidità mentale assoluta che permetta di vincere le tensioni di una partita. Uno scacchista ha il tempo per pensare non solo alle mosse ma alle sue debolezze, alle sue paure: solo pochi eletti riescono a trasformare il pathos in attenzione, l’agonismo in astrazione.

Fabiano Caruana è ovviamente il pilastro della nazionale italiana, reduce dalla pessima prestazione alle ultime Olimpiadi degli Scacchi, ma che è destinata a risalire posizioni in tempi molto rapidi. Perché nonostante i risultati raggiunti siano di gran lunga i migliori mai ottenuti da un nostro rappresentante, a 22 anni per Fabiano Caurana il meglio deve ancora venire.

Fabiano Caruana continua a incantare nel torneo di St Louis : ma chi è il genio degli scacchi che il mondo ci invidia.

Una raccolta di partite di Fabiano Caruana: http://it.chesstempo.com/gamedb/player/34446

Il video di Fabiano Caruana in azione conto il campione del mondo Magnus Carlsen http://www.youtube.com/watch?v=x1ZNY7x8K7g

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui