“Cene galeotte”: il carcere diventa un ristorante

0
40

[oblo_image id=”1″]Una volta al mese, da aprile a dicembre, di sera, il carcere di massima sicurezza di Volterra (PI) si trasforma in un insolito ristorante, nel quale a servire ai tavoli ed a cucinare sono i detenuti. Questa iniziativa molto particolare, giunta alla sua seconda edizione, è promossa da Unicoop Firenze in collaborazione con il Ministero di Grazia e Giustizia, Slow Food e la direzione della Casa di reclusione di Volterra.

Dopo il grande successo dell’anno scorso, nel 2008 il numero degli appuntamenti si raddoppia, passando da 4 a 8. Le cene sono sempre di venerdì, alle ore 20. La prenotazione è obbligatoria e richiede un anticipo di circa due mesi per consentire gli accertamenti indispensabili per il nullaosta del Dipartimento di Giustizia. È necessario presentarsi in anticipo, per superare i controlli. Cellulari, apparecchi fotografici e borse non possono essere portati all’interno e devono essere depositati nelle apposite cassette.

[oblo_image id=”2″]Il ristorante non ha niente da invidiare ai luoghi più sofisticati: si mangia nella cappella sconsacrata del carcere e d’estate, da giugno a settembre, nel cortile all’aperto. I detenuti impegnati nell’organizzazione delle serate come cuochi, sommelier e camerieri sono ventisette. Gli ambienti cinquecenteschi dell’antica Fortezza Medicea sono arredati con tavoli e panche essenziali, mentre le tavole sono apparecchiate con le stoviglie di ceramica, sottopiatti veri, bicchieri di vetro personalizzati che si può portar via come ricordo. Soltanto le posate, per ovvi motivi di sicurezza, sono di plastica.

Il ristorante è di 100 posti, e il prezzo della cena è di 35 euro a persona. Il ricavato delle serate sarà integralmente devoluto ai progetti di solidarietà internazionale di “Il cuore si scioglie” (http://www.ilcuoresiscioglie.it/). Ogni cena sarà dedicata ad uno scopo particolare:

18 aprile
Cena in favore di: Movimento Shalom – Burkina Faso
Chef: Marco Stabile del ristorante ORA D’ARIA – Firenze

16 maggio
Cena in favore di: suore Francescane di S. Elisabetta – India
Chef: Fabrizio Innocenti del ristorante GRAND HOTEL INCANTO – Firenze

27 giugno
Cena in favore di: Progetto Agata Smeralda – Brasile
Chef: Luca Marin del ristorante SANTO BEVITORE – Firenze

8 agosto
Cena in favore di: ARCI – Libano
Chef: Benedetta Vitali del ristorante ZIBIBBO – Firenze

19 settembre
Cena in favore di: Movimento dei Focolari – Camerun
Chef: Fabrizio Marino del ristorante PEPE NERO – San Miniato (PI)

24 ottobre
Cena in favore di: Centri Missionari della Toscana Diocesi di Fiesole – Palestina
Chef: Matia Barciulli del ristorante OSTERIA DI PASSIGNANO – Tavernelle Val di Pesa (FI)

28 novembre
Cena in favore di: ARCI – Filippine
Chef: Gaetano Trovato del ristorante ARNOLFO – Colle Val d’Elsa (PI)

19 dicembre
Cena in favore di: ARCI – Perù
Chef: Giuseppe della Rosa del ristorante ORVM HOTEL WESTIN EXCELSIOR – Firenze

Info e prenotazioni: Agenzie Toscana Turismo (Argonauta Viaggi).