Pubblicità
HomeCulturaArteAl MAXXI di Roma le fotografie di Gabriele Basilico

Al MAXXI di Roma le fotografie di Gabriele Basilico

gabriele basilico - MAXXI di romaIl MAXXI di Roma dedica una mostra al maestro italiano della fotografia recentemente scomparso. Sono più di settanta fotografie provenienti dalle collezioni del MAXXI di Roma, le quali raccontano la lunga e felice collaborazione tra il museo e Gabriele Basilico. Il repertorio è ricco e interessante da ammirare. Si comincia dalle immagini dello Stretto di Messina realizzate per il progetto Atlante Italiano del 2003, alle foto del cantiere del MAXXI per Cantiere d’Autore del 2009, fino agli splendidi scatti dedicati alla mostra di Luigi Moretti con la quale è stato inaugurato il museo nel maggio del 2010. La mostra Gabriele Basilico. Fotografie dalle Collezioni del MAXXI, in programma dal 28 novembre 2013 al 30 marzo 2014, a cura di Giovanna Calvenzi e Francesca Fabiani, ricostruisce attraverso le numerose committenze una reale biografia del MAXXI di Roma oltre alla storia di una felice collaborazione. Vicino ai progetti realizzati in collaborazione con il museo, c’è una serie di fotografie derivanti dai lavori più significativi del percorso artistico di Basilico, come le celebri immagini di Beirut dopo la guerra e una serie di ritratti di città italiane tra cui Roma, Genova, Palermo, Napoli, Milano. Sono queste immagini a testimoniare la sua straordinaria capacità di leggere, con occhio critico, il paesaggio urbano. È uno vero e proprio spaccato sociale nelle diverse situazioni urbanistiche delle città per comprendere le differenze spesso interessanti da esaltare mediante un’immagine. L’esposizione è completata da un film-documentario inedito di Amos Gitai dedicato al fotografo. Si tratta di una lunga intervista nella quale Basilico racconta il suo lavoro. Il percorso espositivo di Gabriele Basilico vuole rendere omaggio a uno dei massimi interpreti della fotografia di architettura in Italia, dimostrando la profonda trasversalità dell’arte di fotografare. L’occhio di Basilico ha saputo raccontare la storia e l’evoluzione dell’architettura e del paesaggio italiano dagli anni Ottanta fino ad oggi. Il grande maestro è riuscito a offrire, attraverso le sue fotografie, suggestioni, riflessioni, visioni proprie di un grande artista. È bene ricordare che fino al 26 gennaio 2014 la Galleria civica di Modena ospita la mostra Gabriele Basilico nella collezione della Galleria civica di Modena, a cura di Silvia Ferrari in collaborazione con Giovanna Calvenzi. È un’esposizione dove si racconta non solo lo sguardo sociale di Basilico al suo primo approccio con la fotografia, ma anche il legame del fotografo con la città di Modena, protagonista di alcune sue storiche campagne di documentazione.

Orario di apertura. Dalle 11.00 alle 19.00 (martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, domenica). Dalle 11.00 alle 22.00 il sabato. Giorni di chiusura: lunedì, 1° maggio e 25 dicembre.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments