HomeSpettacolo“Un coperto in più”: un Godot al femminile con Alessia Fabiani

“Un coperto in più”: un Godot al femminile con Alessia Fabiani

un coperto in piùTocca a una commedia di Maurizio Costanzo aprire quest’anno la stagione del Teatro Sala Umberto di Roma (Via della Mercede, 50 – www.salaumberto.com). Il testo scritto dal famoso conduttore televisivo, in realtà, fu messo in scena già nel 1972 da Carlo e Aldo Giuffré.
Anche in quest’ultima versione la storia rimane ambientata negli Anni Settanta. Cambiano ovviamente gli attori: il ruolo del truffatore stavolta è impersonato da Maurizio Micheli, quello dell’attuale compagna che gli regge il gioco da Loredana Giordano, mentre quello del ricco gioielliere che viene truffato dalla copia dal simpaticissimo Vito, inconfondibile anche in questo contesto per via del suo spiccato accento romagnolo.
Nel secondo tempo della piece teatrale fa irruzione a sorpresa sul palcoscenico anche Alessia Fabiani, attrice che Costanzo ha sempre stimato fin da quando era piccolissima e lo affiancava nelle vesti di figlia nella sit-com “Oreste”. Ora invece impersona un personaggio decisamente più scaltro, ovvero l’ex moglie del truffatore che, a corto di soldi e incitata dal vecchio consorte, decide di sedurre il gioielliere per sistemarsi e risolvere così tutti i suoi problemi.
La commedia sembra ispirarsi al capolavoro di Samuel Beckett “Aspettando Godot”, in cui l’omonimo personaggio, continuamente nominato nel corso della rappresentazione, in realtà sul palcoscenico non apparirà mai. Lo stesso accade nell’opera di Costanzo dove il gioielliere è ossessionato dal ricordo di Luisa, ovvero la moglie che lo ha abbandonato da tempo e che lui continua a immaginarsi ovunque.
Ad ogni modo, “Un Coperto in Più” non può essere definita come una commedia dell’assurdo vera e propria, dal momento che le situazioni e le caratteristiche stesse dei personaggi potremmo ritrovarle benissimo nella nostra quotidianità. In essa c’è anche una morale di sottofondo, consistente nell’importanza dell’amicizia che in questo caso riesce a cambiare addirittura un comune furfante.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments