Quattro passi “virtuali” in via Flaminia Antica

0
52

[oblo_image id=”1″]Avevate mai pensato di poter fare quattro chiacchiere con Livia Drusilla, l’amatissima moglie di Ottaviano Augusto che vi accoglie nella sua stanza da letto? Vi piacerebbe fare una bella passeggiata sulla via Flaminia così come appariva al tempo dei Romani?

Oggi tutto ciò è possibile visitando il Museo Virtuale della Via Flaminia, il primo museo virtuale archeologico multi-utente d’Europa, allestito in una apposita sala presso il Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano in Roma.

Il Museo Virtuale della Via Flaminia è un progetto alquanto innovativo che nasce dall’impegno dei ricercatori dell’Istituto di Tecnologie Applicate ai Beni Culturali- Heritage Lab del CNR, i quali, grazie all’uso di sofisticate tecnologie digitali e dopo accurate indagini comparative di fonti storico-letterarie e di reperti archeologici, sono riusciti a ricostruire in modo fedele l’atmosfera ed i luoghi dell’antica Flaminia, la strada consolare che dal III secolo a. C. collegava Roma ad Ariminum, l’odierna città di Rimini.

Si tratta comunque di un mondo remoto che nella sala del museo romano è riportato al suo originario splendore: una realtà virtuale fatta di paesaggi, importanti monumenti e siti archeologici in cui più utenti insieme vi possono vagare fisicamente grazie a degli avatar chiamati Marta, Katrina, Mike e Omar, ovvero quattro personaggi cibernetici che li rappresentano in video.

Infatti questo salto indietro nel tempo sarà possibile per soli quattro utenti-avatar alla volta che, da una postazione munita di computer e joystick, condivideranno le tappe di un suggestivo tour che li porterà ad esplorare Ponte Milvio, oggi noto per i tanti lucchetti appesi dagli innamorati ma in realtà teatro della storica battaglia tra Massenzio e Costantino, o le aree archeologiche di Grottarossa e Malborghetto.

[oblo_image id=”2″]Il viaggio virtuale sarà inoltre arricchito dalla importante presenza di antichi personaggiromani che oltre a narrare le proprie vicende personali, risponderanno alle domande del pubblico sulla storia e costumi della loro epoca. Tra questi si potranno incontrare il primo imperatore Ottaviano Augusto ela consorteLivia, che inviterà i visitatori nelle stanze dellasua Villa a Prima Porta, splendidacon i suoi giardini e cortili affrescati.

Invece tutti gli altri visitatori del museo privi di una postazione, mediante degli occhiali stereoscopici potranno seguire il tutto in contemporanea su un maxischermo posto dinanzi ai loro occhi. Gli effetti sono certamente di grande spettacolo; il museo così si trasforma in una sorta di sala cinematografica dedicata agli amanti dell’arte e dell’archeologia.

Il progetto del Museo Virtuale della Via Flaminia è visitabile sul sito: www.vhlab.itabc.cnr.it/flaminia

Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano
Roma, Via Enrico De Nicola 79

Infoline: 06.39967700