Piccolo grande schermo

0
76

Sabato 29 novembre
Alle 13,50 su ItaliaUno  è il turno delle commedie politically correct  con Jerry Maguire, seguita da Un Marito quasi perfetto, La7 ore 16,00. Su Italiauno si prosegue con il certo non indimenticabile Dottor Dolittle 3, ore 16,40, mentre su La7 c’è Questo e Quello, commedia firmata Corbucci con Nino Manfredi. Alle 19,00 arriva il Grinch, perfido distruggi natale interpretato da Jim Carrey.
La sera su Retequattro e Italiauno arrivo una marea di botte e calci volanti: alle 21,30 sulla tv di Emilio Fede c’è Derailed-Punto d’Impatto, con il dimenticato, ma in procinto di tornare al cinema con una commedia brillante su sé stesso, Jean Claude Van Damme, mentre su Italiauno alle 23,00 c’è Honk Kong: Colpo su colpo.
Sullo stesso canale nella notte la serata  è dedicata al ciclo del Mariachi di Robert Rodriguez, talentuoso regista texano amico per la pelle di Tarantino, che per girare il suo primo film, appunto el Mariachi, ha racimolato i soldi necessari facendo da cavia per le industrie farmaceutiche.
Alle 2,00 arriva Desperado, secondo e più ricco capitolo della serie con Antonio Banderas e Salma Hayek, mentre alle 3,45 c’è il sopracitato El Mariachi. L’amore di Rodriguez per il cinema di genere  è grande, così come la sua regia: questi son film da vedere, senza se e senza ma.
Su Raiuno all’1,20 c’è A torto a Ragione, riflessione sull’adesione al nazismo con Harvey Keitel.
Stesso canale ore 3,35 per Lucky Luciano, biografia del noto mafioso siciliano con Gian Maria Volontè. Chiudono la serata la commedia Pacco, doppio pacco, e contropaccotto, La7 ore 21,10, e Furore di vivere, retequattro ore 3,05

Domenica 30 novembre
Il pomeriggio di Italiauno, con Tremors 3 alle 14,00 e la versione animata di Il re ed io, ore 16,00, non  è certo entusiasmante.  Si prosegue con Una pallottola Spuntata 2 e ½, l’odore della paura, ore 19,40, ennesimo capitolo della saga con Leslie Nielsen. Alle 21,30 La leggenda di Al, John e Jack, commedia del trio Aldo Giovanni e Giacomo che prende in giro i Gangster movie anni 30.  Su Retequattro, il pomeriggio  è consacrato al cinema di almeno 30 anni fa, che piace ai pensionati e costa poco: alle 14,05 L’uomo che capiva le donne, mentre alle 16,20 Ransom, stato di emergenza per rapimento.
Alle 17,55 su La7 il divertente Forget Paris, riuscita commedia romantica di e con Billy Cristal, ormai esperto del genere dopo l’interpretazione di Harry dell’indimenticabile Harry ti presento Sally.
Alle 20,35 Commando, solido film d’azione con il governatore della California Arnold Schwarzenegger. Su Canale 5 alle 21,30 The Legend of Zorro, seguito del nuovo ciclo dello spadaccino mascherato interpretato da Antonio Banderas.
Nella notte, su Raiuno c’è Woody Allen con Storie di Amori e Infedeltà, alle 4,10. Prima su Fuori Orario , alle tradizionali  1,50 su Raitre,   c’è una serata dedicata alla Santità al femminile, forse per contrastare gli altri canali che alla stessa ora trasmettono donne che di santo hanno decisamente ben poco: all’1,55 c’è Santa Giovanna, e alle 3,50 La passione di Giovanna d’arco.
Se i due film fanno complessivamente più di 50 spettatori, siamo in presenza di una prova dell’esistenza di Dio.
Alle 2,00 su ItaliaUno c’è Blade, discreto film a metà tra fantastico ed azione tratto da un fumetto ed interpretato da Wesley Snipes, perfetto nella parte del Dhampyr, cioè di un essere figlio di un vampiro e di una donna umana, ed unico in grado di uccidere gli eredi della stirpe di Dracula.

Lunedì 1 dicembre
L’apertura del calendario dell’avvento impegna fuori misura i responsabili del palinsesto, e la giornata scorre via anonima.
Sulla rai nulla, tranne l’appuntamento fisso con Masters of Horror su Raitre all’1,15, questa volta con La danza dei morti.
Su Retequattro, si comincia con Caprice, la cenere che scotta, ore 16,10, e si prosegue con Cavalcarono Insieme, ore 21,10. Alla sera si aprono le porte alla contemporaneità ( anche se il film  è del 2000) con La Comunidad, grottesco film spagnolo con Carmen Maura.
Su Italiauno alle 21,10 il dimenticabile Radio Killer, mentre alle 3,05 arriva il film con il titolo più lungo di sempre: Film d’amore e d’anarchia, ovvero: stamattina alle 10 in via dei Fiori nella nota casa di tolleranza.

Martedì 2 dicembre
Anche oggi, niente.
Su Canale 5 alle 21,10 Hitch, banale commedia che si salva solo grazie  al talento comico di Will Smith ed alla bellezza di Eva Mendes. Alle 16,10 su Retequattro Stella di fuoco, con l’unico vero  re americano, ovvero Elvis Presley.
Stesso canale alle 21,10 per Tango e Cash, film d’azione di coppia con Stallone e Kurt Russell.
Alle 23,40 Transamerica, occasione persa per raccontare la scoperta della paternità per un transessuale americano. Alle 3,35 Detroit Rock City, ovvero la storia di alcuni ragazzini che cercano di intrufolarsi a tutti i costi ad un concerto dei Kiss.
Alle 2,40 La porta sul buio: la bambola, film annunciato con periodicità ciclica su Raiuno.
Su La7 alle 14,00 Ashanti, avventura con Michael Caine.

Mercoledì 3 dicembre
Poco, molto poco.
Basterebbe il solo L’ultimo guerriero, della coppia Aaron Norris in regia e Chuck Norris attore, raiuno ore 2,55, per scatenare una rivolta dalle conseguenze imprevedibili.
Il tardo orario notturno potrebbe scongiurare simili rischi, ma mai dire mai.
Su Retequattro, alle 16,15 Zoccoletti Olandesi, alle 21,10 il Colpevole e alle 23,35 in prima tv il forse interessante Desert Vampires. Chiude la serata alle 3,00 L’insonne.
Su Italiauno alle 21,10 Rush Hour, con la coppia Tucker, Chan.
Su La7 alle 14,00 operazione  Brass, che a scanso di equivoci non ha nulla a che vedere con un altro Brass, Tinto.
Stesso canale, ore 23,05 per un Corpo da reato.
Che domani sia meglio?

Giovedì 4 dicembre
Evidentemente no. Non c’è risposta alle nostre richieste.
Sui tre canali Rai il solo Fatto di Sangue fra due uomini per causa di una vedova, si sospettano moventi politici, ore 3,10 Raiuno.
Su mediaset non  è che la musica cambi.
Quattro film in tutto: alle 15,55 su Retequattro Il ritorno di Butch Cassidy Kid, imitazione di ogni western con un nome tipo Butch o Kid, Un Bacio prima di morire, stesso canale ore 0,05, e l’erotico /drammatico Grazie Zia, del vecchio filone adolescenziale delle zie desiderate dagli imberbi nipoti: l’anno scorso  è andata in onda un interessante puntata sull’argomento del sempre ficcante L’Italia sul due, con bislacche conclusioni del tipo parlare di sesso con una zia si può perché la zia  è più amica di un genitore. Le strade della televisione sono infinite, ed a volte decisamente incomprensibili.
Chiude il tutto alle 3,05 Per sempre, ennesimo horror notturno di ItaliaUno a firma Bava figlio.
Su La7, oltre al dozzinale il Principe del Donegal, ore 14,00, c’è spazio per l’unico vero film della serata: il bellissimo Balla coi lupi, ore 21,10, che ha avuto l’unico difetto di montare la testa a Kevin Costner, portandolo a deliri immeritati per il povero spettatore inconsapevole come Postman.

Venerdì 5 dicembre
Si comincia alle 15,55 con il difficile rapporto tra Michelangelo e papa Giulio II ne Il tormento e l’estasi, film che retequattro credo che abbia tramesso un numero di volte quasi illegale. Alle 23,25 sullo stesso canale Cose Preziose, adattamento per lo schermo del romanzo di King sul subdolo potere del diavolo.
Al’1,55 serata giapponese su Raitre con nell’ordine: La spada della morte, La giocatrice della peonia scarlatta e Gunman in the street, che con il Giappone non c’entra nulla ma va bene così.
Alle 4,00 su Raiuno Senza scampo, film che simboleggia la condizione del telespettatore medio italiano, ed alle 4,25 Professione Bigamo su Italiauno.
Chiude il tutto Zulù Dawn, ore 14,00 La7, versione cinematografica dell’eroica resistenza di un pugno di soldati inglesi assediati dagli Zulù, che magari erano anche selvaggi ma qualche ragione ce l’avevano, visto gli inglesi erano arrivati nelle loro terre senza chiedere permesso.