HomeSenza categoriaMagic Johnson , proprietario dei Clippers dopo la scandalo razzismo di Sterling?

Magic Johnson , proprietario dei Clippers dopo la scandalo razzismo di Sterling?

Magic Johnson
Magic Johnson

In campo, Magic Johnson era una macchina da assist. Sapeva far tutto, ma era nello smarcare i compagni che risultava senza uguali grazie a una tecnica impeccabile e alla capacità di vedere ciò che gli altri non riuscivano vedere. Era specialista dei passaggi no look: guardava da una parte e depositava la palla nelle mani del compagno nella parte opposta. Anche fuori dal parquet riusciva a vedere dove gli altri brancolavano nel buio. Ha annunciato la sua sieropositività nel 1991: chi come me, aveva sentito la notizia in diretta, si era rassegnato ad assistere al rapido oblio di un beniamino. Lui non solo si è preso il lusso di continuare a giocare facendo parte del Dream Team, ma a 23 anni di distanza è riuscito a far regredire la malattia al punto da sorprendere gli stessi medici che lo hanno assistito. Parafrasando Gattuso, se uno nasce Magic non è che muore quadrato…

L’ultima perla la vuole regalare per il suo mondo, colpito dall’affronto portato dal proprietario dei Los Angeles Clippers, i “cugini” dei Los Angeles Lakers resi grandi da Johnson ai tempi dello show time. In un’intercettazione telefonica, Donald Sterling aveva invitato la propria fidanzata a non farsi fotografare e a non farsi vedere alle partite “con i neri”. Per una lega come l’Nba che ha fatto della libertà e della modernità il proprio marchio di fabbrica, ripiombare nel razzismo equivale a un triplo salto carpiato all’indietro. E così la risposta del commissioner è stata durissima: multa da 2,5 milioni di dollari, allontanamento definitivo dal basket e obbligo di vendere la squadra. Un rigore applaudito dagli stessi protagonisti che hanno sottolineato come non ci sia più posto nell’Nba e approvato anche dal presidente Obama.

Rimane da sciogliere il nodo sul nuovo proprietario dei Clippers che, nel frattempo, sarebbero anche impegnati nei playoff. Ecco che allora si è affacciata la pazza idea: Magic Johnson alla guida dell’altra sponda di Los Angeles a capo di una cordata che fa riferimento a Guggenheim Partners. Magic aveva sottolineato come le parole di Sterling fossero un pugno da occhio nero per il basket e aveva intimato la sua volontà di non seguire più una partita della squadra finchè ci fosse stato il vecchio patron. Ora si apre un nuovo scenario molto suggestivo: l’uomo giusto per spazzare via la nebbia ridare lucentezza a una lega che non può permettersi indecisioni. Ci voleva un assist geniale per scardinare un avversario duro a morire come il razzismo: la Nba si è rivolta al migliore in circolazione.

Magic Johnson nuovo proprietario dei Los Angeles Clippers?
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments