Ludovico Ariosto , il doodle di Google per i 540 anni dalla nascita

0
138
Il doodle di Google dedicato a Ludovico Ariosto
Il doodle di Google dedicato a Ludovico Ariosto

8 Settembre 1474 nasceva Ludovico Ariosto: 540 anni dopo Google lo ricorda con un doodle che raffigura alcuni dei personaggi dell’opera più celebre del grande scrittore, l’ Orlando furioso . Nel disegno stilizzato si riconoscono un drago, una donna su un’isola in mezzo al mare che chiede di essere salvata e un ippogrifo, una figura alata nata dall’incontro tra un cavallo e un grifone. Ricordare Ariosto significa omaggare il poema cavalleresco, una novità assoluta introdotta dal romanziere che avrebbe ispirato per secoli la letteratura internazionale. Nato a Reggio Emilia, è uno dei rappresentanti più straordinari della letteratura pre-illuminista caratterizzando il suo stile con l’ottava d’oro. E per continuare il ricordo di Ludovico Ariosto , probabilmente il modo migliore è riportare i versi dell’incipit dell’Orlando Furioso:

Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori,
le cortesie, l’audaci imprese io canto,
che furo al tempo che passaro i Mori
d’Africa il mare, e in Francia nocquer tanto,
seguendo l’ire e i giovenil furori
d’Agramante lor re, che si diè vanto
di vendicar la morte di Troiano
sopra re Carlo imperator romano.

Perché che il doodle celebrativo sia simpatico è fuor di dubbio, ma affinchè abbia anche un suo valore è auspicabile che chi magari dopo tanti anni ha sentito riecheggiare il nome di Ludovico Ariosto, abbia voglia di riprendere le sue opere con la leggerezza di chi non deve farlo per obblighi scolastici. Nel suo stile classico c’è spazio per la fantasia di costruire scenari suggestivi, di far rituffare il lettore nell’universo di valore di un’altra epoca. E riscorrendo i suoi versi si potrà scoprire con un po’ di stupore quanti scrittori e registi contemporanei continuano ad attingere dalle sue opere.

Ludovico Ariosto, a 540 anni dalla nascita del grande scrittore, Google dedica il doodle dell’8 settembre con un disegno che ricorda la sua opera più importante, l’Orlando Furioso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui