Pubblicità
HomeSenza categoriaCastel'Arquato: vecchi bolidi rombano ancora

Castel’Arquato: vecchi bolidi rombano ancora

[oblo_image id=”1″] Scorrere l’elenco degli iscrittia questa 18° edizione della Silver Flag– organizzata dal Club Piacentino Automotoveicoli d’Epoca – CPAE – è comeavere in mano il catalogo di un grande Museo; infatti saranno presenti aCastel’Arquato oltre 200 auto di altissimo livello, con 13 vetture ante 1930tra cui ben sei Bugatti e altrettante costruite tra il 1930 e il 1939. L’originale tema di questa edizione, “Piccoli Bolidi Grandi Passioni” -I costruttori artigianali di vetture da competizione  intende riportare sul percorso dellaCastell’Arquato – Vernasca, le realizzazioni di questi costruttori italiani,che daranno adito al pubblico di rivivere un’epoca, quella del dopoguerra,quando per correre ci si “accontentava” per contenere i costi, di utilizzaremotori derivati dalla grande serie e di costruirci intorno un telaio e unacarrozzeria che di solito trasmettevano una sensazione visiva di grandeprestazionalità, quando poi in realtà i cavalli non erano molti. Il valore di queste auto staproprio nella genialità, che in esse è stata trasfusa, da personaggi qualiNardi, Bandini, Ermini, Taraschi, De Sanctis, Patriarca, Volpini, Stanguellinie marchi quali Dagrada, Siata, Osca , Gilco, Giaur  ecc.

Alla Silver Flag saranno presenti 36 gioielli prodotti da questiartisti e alcuni di essi saranno guidati dai discendenti di questi“artigiani di lusso”. La Silver Flag ogni anno proponeun fil rouge che da il titolo all’edizione, ma a latere è sempre capace diattirare collezionisti italiani e stranieri – circa il 50% dei presenti –  che portano sull’ Appennino Piacentinovetture da sogno. Quest’anno saranno 40 i Marchi rappresentati  dai più prestigiosi, già protagonisti delleedizioni degli anni scorsi, Ferrari, Maserati, Alfa Romeo , Abarth e tantemarche inglesi che l’anno scorso erano le vedette della 17° Silver Flag qualiJaguar, Lotus, Mc Laren, Lola, Aston Martin, ecc.  

 

Tra le vetture presenti una Peugeot Bebè del 1913, che compie isuoi primi 100 anni una rara Alfa Romeo 6C 3000 PR e un “unicum” la FerrariDino 196-206 che corse la Targa Florio nel 1968 con al volante JonathanWilliams e sarà sempre lui a portarla 45 anni dopo sul sinuoso percorso dellaSilver Flag. Domenica mattina la PorscheItalia festeggerà i 50 anni della 911, con la partecipazione di 30 Porsche 911guidate da altrettanti giornalisti, che effettueranno la salita e un brevepercorso nell’ Appennino Piacentino.

Per la giuria non sarà facile,scegliere le vetture vincitrici del concorso di restauro e conservazione nellevarie categorie vista l’altissima qualità di queste vetture.  I trofei ASI saranno attribuiti appunto alla vettura che in assolutopresenta il miglior grado di conservazione e a quella con il migliore restauro. La casa d’aste Coys metterà in palio come tradizione iltrofeo “Spirit of Motoring” il cui vincitore sarà scelto dalla giuria popolarecome sempre i trofei rappresentano una vettura della categoria che si onora inoccasione di questa 18° edizione.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments